Come scegliere la scelta giusta

Non esiste un modo unico, esattamente corretto o una formula esatta. Tutto dipende da molti fattori: a partire dallo spessore delle dita del musicista, dallo stile musicale, dalla psiche o dal tipo di temperamento dell'artista stesso.

L'unica vera affermazione potrebbe essere che suonare con un plettro dovrebbe essere comodo, comodo e divertente.

Evidenziamo alcuni parametri di base. In primo luogo, questo è il materiale con cui è realizzato il plettro. Può essere diverso: plastica, metallo, osso.

I plettri in plastica sono molto comuni perché il materiale stesso è molto economico. Bisogna fare attenzione per garantire che il plettro di plastica non scivoli nella tua mano quando giochi, altrimenti aumenta il rischio di falsità. La superficie del plettro deve essere ruvida per evitare questo spiacevole scivolamento. Questo vale non solo per i plettri in plastica, ma per tutti gli altri. È inoltre necessario ricordare che la caratteristica negativa della plastica è che quando suoni si cancella sulle corde e presto dovrai acquistarne una nuova.

I plettri in metallo sono più resistenti all'usura rispetto ai plettri in plastica. Hanno anche un suono unico quando vengono riprodotti. Tuttavia, i plettri in metallo aumentano la velocità con cui le corde si consumano! E corri il rischio di spezzare la corda nel momento più inappropriato per questo.

I mediatori ossei sono rari. Il loro costo, rispettivamente, è molto più costoso di quello dei precedenti tipi di mediatori. Ma acquistando un plettro d'osso, ottieni timbri meravigliosi e un suono affascinante.

Il secondo parametro importante quando si sceglie un plettro è il suo spessore . Fondamentalmente, lo spessore del plettro va da 0,38 mm. E fino a 3 mm. I plettri spessi sono adatti per suonare ad alta velocità e assoli strabilianti. Slim Picks - Per suonare parti ritmiche quando si usano strumenti acustici.

Anche le dimensioni e la forma dei plettri giocano un ruolo importante. La scelta di questi parametri del mediatore si basa sulle qualità psicofisiologiche personali (lunghezza e spessore delle dita, dimensione della mano, temperamento e carattere del musicista).

Pertanto, abbiamo considerato diversi indicatori principali a cui prestare attenzione quando si sceglie un mediatore. Ma la cosa più importante sono i sentimenti personali quando si sceglie l'uno o l'altro mediatore. Dovresti provare comfort, comodità, un senso di completa soddisfazione, fiducia ed emozioni positive dal suono che generi.