Cougar CMX 700 Test di alimentazione

Nel frattempo, non c'è motivo di preoccuparsi. "

Il marchio Cougar rappresenta gli alimentatori della rinomata azienda HEC / Compucase, il più grande fornitore OEM. Durante la creazione di blocchi Cougar, il produttore utilizza i propri schemi e sviluppi. Quanto successo hanno gli ingegneri tedeschi nella loro area tematica, dobbiamo scoprirlo usando l'esempio del modello Cougar CMX 700.

Conoscenza

Rendendosi conto perfettamente che le masse giudicano all'inizio dal coperchio, il produttore non ha racchiuso la serie di circuiti e condensatori in un involucro grigio opaco. Davanti a noi c'è un alimentatore in un involucro di metallo luminoso ed elegante. Profilo arancione, maglia finemente perforata all'esterno, forme arrotondate. Esistono più associazioni con un'auto sportiva che con i componenti del computer. I cavi sono avvolti in una treccia di rete nera. Inoltre, notiamo la presenza di elementi in ferrite. Si trovano alle estremità dei cavi per eliminare le interferenze ad alta frequenza nel circuito elettrico. Va subito rilevata la buona qualità costruttiva, così come il fatto che il Cougar CMX 700 è abbastanza compatto: le sue dimensioni non vanno oltre il form factor tipico, si adatterà facilmente a un case Middle-Tower. L'alimentatore presentato fornisce una serie di cavi fissi:Linea a 24 pin, cavi di alimentazione del processore più due cavi PCI-Express (uno a 6 pin, l'altro a 8 pin) Per gli altri loop ci sono connettori sul retro del pannello. I cavi MOLEX, Floppy possono essere collegati a connettori neri appositamente contrassegnati. Due canali "rossi" sono per i cavi PCI-E. Oltre ai cavi necessari, la confezione del Cougar MCX 700 contiene un passaporto del dispositivo, un cinturino in velcro, viti per il fissaggio e un adesivo con il logo del produttore.Oltre ai cavi necessari, la confezione del Cougar MCX 700 contiene un passaporto del dispositivo, un cinturino in velcro, viti per il fissaggio e un adesivo con il logo del produttore.Oltre ai cavi necessari, la confezione del Cougar MCX 700 contiene un passaporto del dispositivo, un cinturino in velcro, viti per il fissaggio e un adesivo con il logo del produttore.

Parte tecnica

La confezione indica che l'unità soddisfa lo standard di risparmio energetico 80 PLUS Bronze. In effetti, stiamo parlando del secondo dei sei livelli esistenti di requisiti di efficienza. Non il più basso, ma lontano dal più alto. Al 20% del carico, l'unità deve dimostrare un'efficienza di almeno l'81%, al 50% del carico, l'efficienza è al livello dell'85% e al massimo, 100% del carico, l'unità deve funzionare con un indicatore dell'81% o più. In che misura il blocco corrisponde alla sua "targa", lo controlleremo in seguito. Nel frattempo ci armeremo di cacciavite ed esamineremo il contenuto del blocco stesso.

Il layout è abbastanza stretto, ma non c'è nulla da rimproverare al produttore, la saldatura è molto pulita, così come la qualità degli elementi stessi utilizzati nello schema generale del dispositivo. Il produttore ha installato condensatori giapponesi solidi; per il raffreddamento passivo, vengono utilizzati un paio di radiatori a forma di L con una struttura a pettine. Inoltre, nell'alimentatore funziona una ventola Power Logic con un livello di rumore di 33 dB e una velocità di rotazione fino a 1500 rpm. Il compressore ha scanalature speciali sulle lame. Inizialmente si credeva che si trattasse di un elemento decorativo, ma stiamo parlando di un design brevettato, che consente, secondo il produttore, di fornire un livello ottimale di raffreddamento e di concentrare correttamente il flusso d'aria. Va notato che il ventilatore utilizza un cuscinetto idrodinamico nel suo design.All'interno della sede del cuscinetto sono presenti speciali scanalature riempite di grasso, un sottile strato di cui separa l'asse del ventilatore dal mozzo. Ciò non influisce sul rumore e sulla velocità di funzionamento, ma aumenta la durata della soffiante fino a circa 300 mila ore. Il design originale del raffreddamento attivo stesso è indicato dal produttore come Vortex Fan Technology. In generale, non abbiamo avuto alcun reclamo sullo schema delle apparecchiature. Passiamo ai test.

Tecnica di prova

La scelta di un alimentatore non è un compito facile, ma è il più importante. Non è così facile individuare una caratteristica di qualità sufficientemente elevata in un ambiente domestico. E questo richiede un approccio speciale. Tradizionalmente, l'utente, come misura di valutazione della qualità, dovrebbe scegliere la potenza dichiarata nella scheda tecnica, secondo il suo gusto, il design e tutto il resto. Tuttavia, è necessario prestare molta attenzione a parametri completamente diversi. È molto importante eseguire non solo un esame esterno, ma anche misurare l'efficienza e l'efficienza energetica ai singoli carichi e, sulla base delle misurazioni ottenute, trarre le proprie conclusioni. Inoltre, il produttore ha già dimostrato la conformità allo standard di risparmio energetico 80 PLUS Bronze. Per eseguire i test, utilizzeremo un'installazione di carico PowerCheck Formoza specializzata. La sua caratteristica principale è la seguente,è in grado di consegnare il carico al blocco con un "ritmo" speciale. Nella sua forma originale l'impianto funzionava per effettuare prove su unità fino a 250 W. Cambiamenti costanti e una sorta di modernità hanno permesso di ottenere risultati notevoli. Ora possiamo lavorare con dispositivi la cui potenza raggiunge i 2 kW. L'unità di carico è collegata tramite la porta LTP ed è controllata da un programma software specializzato. Abbiamo misurato 140 W (20%), 280 W (40%), 420 W (60%), 560 W (80%) e 700 W (100%). Con l'aiuto di un sensore di temperatura esterno, siamo stati in grado di misurare la temperatura interna del case per registrare il surriscaldamento, se ce ne fosse davvero uno.ha permesso di ottenere risultati considerevoli. Ora possiamo lavorare con dispositivi la cui potenza raggiunge i 2 kW. L'unità di carico è collegata tramite la porta LTP ed è controllata da un programma software specializzato. Abbiamo misurato 140 W (20%), 280 W (40%), 420 W (60%), 560 W (80%) e 700 W (100%). Con l'aiuto di un sensore di temperatura esterno, siamo stati in grado di misurare la temperatura interna del case per correggere il surriscaldamento, se davvero ce ne fosse uno.ha permesso di ottenere risultati considerevoli. Ora possiamo lavorare con dispositivi la cui potenza raggiunge i 2 kW. L'unità di carico è collegata tramite la porta LTP ed è controllata da un programma software specializzato. Abbiamo misurato 140 W (20%), 280 W (40%), 420 W (60%), 560 W (80%) e 700 W (100%). Con l'aiuto di un sensore di temperatura esterno, siamo stati in grado di misurare la temperatura interna del case per correggere il surriscaldamento, se davvero ce ne fosse uno.Con l'aiuto di un sensore di temperatura esterno, siamo stati in grado di misurare la temperatura interna del case per correggere il surriscaldamento, se davvero ce ne fosse uno.Con l'aiuto di un sensore di temperatura esterno, siamo stati in grado di misurare la temperatura interna del case per correggere il surriscaldamento, se davvero ce ne fosse uno.

Risultati del test