Recensione della stampante Epson Stylus Photo T50. Stampa le foto a casa o in uno studio fotografico. Che è migliore?

Il prossimo ciclo di sviluppo della stampa fotografica domestica ha avuto luogo in gran parte grazie al lancio sul mercato della stampante fotografica inkjet Epson Stylus Photo T50. È una stampante fotografica A4 a sei colori con sistema di cartucce separate. Secondo il produttore, questa stampante è posizionata in sostituzione della stampa di fotografie in una camera oscura con un'elevata qualità di stampa. Il sistema di stampa piezoelettrico, che è una simbiosi tra l'inchiostro solubile in acqua Epson Claria e la testina di stampa Epson Micro Piezo ™, è progettato per fornire una qualità di stampa impeccabilmente elevata. La stampante consente di stampare foto a una velocità di 12 secondi per un'immagine 10x15, nonché di stampare su una superficie DVD con rivestimento speciale.

La stampante viene fornita con un eccellente set di software Epson Easy Photo Print, che offre all'utente molte opzioni per il fotoritocco rapido prima della stampa, come la rimozione degli occhi rossi, la regolazione della luminosità e il contrasto dell'immagine, l'applicazione di alcuni effetti di stampa.

Ho comprato la stampante due mesi fa. Prima di allora, avevo già avuto un'esperienza positiva di comunicazione con Epson Stylus Photo R295, che è essenzialmente un analogo del suo predecessore, ma poiché è stata data a mio fratello per l'uso, è diventato necessario acquistare una stampante per me stesso. La scelta era ovvia per me.

Avendo avuto una precedente triste esperienza in alcuni momenti con le stampanti inkjet Epson, ho immediatamente avvertito del verificarsi di problemi in futuro:

In primo luogo, è necessario acquistare CISS. L'utilizzo di materiali di consumo originali è sicuramente buono, ma non tutti possono permettersi tali costi, almeno non nel nostro Paese. Il tipo di sistema dovrebbe essere selezionato dal volume di stampa pianificato. Se hai intenzione di utilizzare una stampante per stampare fotografie in volumi industriali, allora c'è senza dubbio una scelta a favore di CISS, mentre se non hai mai dovuto installare CISS prima, o almeno guarda come lo fanno i professionisti, allora vale la pena fidarsi per la prima volta quest'ultimo, e non provare a installare il sistema da soli, poiché il rischio di "incasinare" e inondare la stampante di inchiostro è molto alto. Se prevedi di stampare foto per te stesso dopo alcune vacanze in famiglia come souvenir, le cartucce ricaricabili saranno sufficienti,il cui vantaggio rispetto al CISS sta nell'aspetto estetico della tua stampante, inoltre, c'è sempre la possibilità di ribaltare i contenitori dei donatori in CISS e un motivo sgradevole sulla tua carta da parati e laminato. Inoltre, le cartucce ricaricabili sono più economiche di CISS, e anche se una delle cartucce si guasta (sì, questo accade a volte), è molto più facile ed economico acquistare e sostituire un chip che riparare CISS in un servizio.

In secondo luogo, è necessario curare lo scarico dell'inchiostro scaricato dalla stampante nei cosiddetti “pampers” a seguito del soffio della testina di stampa. Per uno di questi spurghi, vengono scaricati fino a 2 ml di inchiostro, che in futuro si concluderà con un viaggio al servizio e, quindi, uno spreco aggiuntivo per te. Per far uscire l'inchiostro "coccola" è necessario ruotare la stampante "bottino" verso di voi dal basso a sinistra vedrete una specie di sportello, aprendolo con un piccolo cacciavite, vedrete un tubo collegato al contenitore.

Rimuovere con attenzione il tubo dal raccordo del contenitore e far crescere il tubo utilizzando un pezzo di "contagocce" (i sistemi IV sono venduti in farmacia) all'estremità abbassandolo in un piccolo contenitore. Uso un barattolo di inchiostro vuoto come contenitore di raccolta, avendo sciolto un foro nel tappo per adattarlo alle dimensioni del "contagocce".

In terzo luogo, nel tempo sarà necessario azzerare il contatore dello scarico dell'inchiostro di scarto, il cosiddetto "pannolino azzerato". È solo quel bel momento gli indicatori per la mancanza di inchiostro e la mancanza di carta inizieranno a lampeggiare rapidamente a turno, mentre sullo schermo riceverai un messaggio che alcune parti hanno esaurito la loro risorsa e devi contattare il servizio. Non lasciarti prendere dal panico, e se hai già eseguito i passaggi per rimuovere lo scarico dell'inchiostro sopra descritti, sarà sufficiente utilizzare un semplice programma e la stampante tornerà in vita. Uso SPUA, questo programma è gratuito e funziona con molte stampanti a getto d'inchiostro Epson. Tuttavia, non dimenticare che tali manipolazioni con la stampante possono essere la ragione del rifiuto di successive riparazioni in garanzia.Ma se tutto è stato eseguito correttamente e accuratamente e prima di contattare il servizio, rimetti tutto a posto, nessuno noterà alcuna interferenza con la stampante.

È molto importante stampare periodicamente qualsiasi documento in quadricromia, almeno un foglio F4 una volta alla settimana, al fine di evitare l'essiccazione dell'inchiostro nella testina di stampa e il conseguente contatto garantito con il centro di assistenza.

La stampante è assemblata abbastanza bene, tutti i pannelli sono ben fissati, non ci sono giochi e spazi vuoti. Nella confezione troverai la stampante stessa, un disco con il software, le istruzioni per collegare la stampante e iniziare con essa, un vassoio per la stampa su dischi da 120 mm e 80 mm (un vassoio ma ha un inserto per la stampa su dischi da 80 mm), un cavo di alimentazione, un set carta fotografica di 5 fogli di 13x18 Epson Premium Glossy e un set di sei cartucce di prova.

Tuttavia, è molto interessante confrontare la qualità della stampa di foto con la qualità della stampa in una camera oscura, poiché il produttore stesso è nello slogan pubblicitario “Elegante stampante fotografica per la casa. La qualità di stampa è superiore a quella di un laboratorio fotografico ”posiziona il prodotto come sostituto della stampa di fotografie in uno studio fotografico.

Il design della stampante T50 è molto interessante. Ora la stampante non risalterà più come una macchia grigia grande e scomoda nel tuo interno. Eleganti sfaccettature di nero laconico e un coperchio lucido lucido rendono il design T50 in grado di abbellire quasi tutti gli interni. Un indubbio vantaggio è stato il rifiuto del produttore di utilizzare un alimentatore esterno, ora la misteriosa pila di scatole attorno alla presa a muro scomparirà finalmente.

Consideriamo la funzionalità della stampante. La stampa di qualità fotografica senza bordi è supportata su carta con grammatura fino a 320 g / m2. e formati 10x15, 13x18, 9x13, 13x20 e 20x25 cm Inoltre, la stampa è disponibile sui formati carta comune: A4, A5, C6, n ° 10, stampa sulla superficie di dischi e film speciali.

Il collegamento e l'installazione di driver e software è semplice. Inoltre, il programma standard Epson Easy Photo Print incluso nel set di consegna è abbastanza comodo da usare e nella maggior parte dei casi la sua funzionalità è abbastanza sufficiente.

Confronto delle stampe fotografiche

Bene, ora iniziamo direttamente a confrontare la qualità della stampa su un getto d'inchiostro e in una camera oscura. Selezioniamo tre immagini che hanno una diversa saturazione del colore e gamma e stampiamo una copia su T50 e una copia in uno studio fotografico.

Foto n. 1

Per valutare l'accuratezza della riproduzione delle sfumature dei colori nelle fotografie saturate, nonché la corretta visualizzazione dei colori e la chiarezza dei confini dei colori, è stata scelta questa particolare fotografia.

Foto n.2

Questa fotografia ha lo scopo di aiutare a valutare le possibilità di trasferire i mezzitoni e provare a confrontare le immagini risultanti con l'immagine sul monitor.

Foto n. 3

Poiché una vecchia e ben nota malattia delle stampanti a getto d'inchiostro è l'errore in scala di grigi. È così che le foto in bianco e nero vengono stampate mescolando i colori, il che crea una sfumatura bluastra sull'immagine.

Tutte le foto selezionate sono state stampate in uno studio fotografico su carta fotografica opaca e lucida di diverse dimensioni,

e anche sulla stampante EPSON T50 su carta:

- Lomond 230g. Inkjet lucido

- LOMOND Semilucido,

- Carta opaca LOMOND,

- Carta di seta LOMOND.

Vorrei subito sottolineare che la valutazione sarà effettuata in modo puramente visivo.

Dalla tabella è subito evidente che il costo della stampa a casa è più di tre volte superiore a quello della stampa in uno studio fotografico, anche se questo è senza il costo dell'inchiostro e il costo della stampante stessa, ma il costo della carta fotografica nell'ultimo anno è diminuito così tanto che la stampa a casa può già competere con laboratori fotografici. Resta solo da decidere se EPSON T50 sarà in grado di competere oltre che nel prezzo e nella qualità di stampa.

In realtà, questo è quello che faremo.

Per ottenere la massima precisione durante un confronto, la stampa su una stampante a getto d'inchiostro T50 verrà eseguita senza utilizzare la funzione di correzione del colore utilizzando il programma Epson Easy Photo Print, che eliminerà completamente il fattore umano dai risultati del confronto. Ora valuteremo la qualità di stampa di ciascuna immagine per prendere una decisione: se vale la pena stampare le foto a casa o se vale la pena affidarsi ai professionisti della camera oscura.

Così:

Il primo momento evidente e immediatamente sorprendente è la differenza nell'inquadratura tra le foto scattate a casa e in uno studio fotografico. C'era da aspettarselo, ovviamente, poiché è una sorta di effetto collaterale del piacere della stampa senza bordi. Tuttavia, correggere la stampante potrebbe non essere così grave. Abbiamo ottenuto una differenza di circa 3 mm tra la stampa della prima foto in uno studio fotografico e la T50, che è molto chiaramente visibile sulla tracolla della fotocamera.

Ora diamo un'occhiata alla qualità della carta. Tra i tipi di carta utilizzati per i test, la qualità della superficie di Lomond 230g è stata piacevolmente sorpresa. Glossy Inkjet, guardando la superficie della quale sembra che la foto sia stata rivestita con uno strato di vernice. Visivamente, la differenza tra la carta di uno studio fotografico e quella di Lomond non è affatto evidente.

Ora diamo uno sguardo più da vicino a ciascuna immagine separatamente.

Istantanea n. 1.

Per un primo scatto luminoso e colorato, la differenza nella trasmissione dei mezzitoni è immediatamente evidente, che è particolarmente evidente nel colore della pelle delle mani e nell'ombra delle strisce rosse. L'impressione da un confronto dettagliato delle stampe è la seguente: l'immagine scattata con la T50 è risultata più luminosa e molto più nitida, inoltre i piccoli dettagli sono molto dettagliati e ben tracciati. E la stampa dalla camera oscura può vantare colori più realistici, ma purtroppo la stampa di piccoli elementi è del tutto indistinta.

Istantanea n. 2.

Naturalmente, confrontare una copia cartacea di un'immagine e la sua visualizzazione sullo schermo del monitor è almeno strano, eppure visivamente la stampa di una stampante a getto d'inchiostro è un po 'rossastra, sebbene non tutto sia liscio con un'immagine da uno studio fotografico. Il giallo predomina chiaramente lì, e inoltre è ovvio che la regolazione del contrasto per la fotografia è stata eseguita in studio, e secondo me non ha avuto molto successo.

Immagine n. 3

È ovvio che la stampa di immagini in bianco e nero su una stampante a getto d'inchiostro è migliorata molto in termini di qualità, sebbene l'opzione "scala di grigi" fosse impostata nelle impostazioni della stampante. Quando si esamina solo l'immagine risultante, si risponde senza dubbio che la foto è in bianco e nero. Tuttavia, se confrontata con la stessa identica fotografia stampata a colori, diventa evidente che la predominanza del blu nell'immagine è preservata, mentre lo studio ha affrontato il compito in modo semplicemente brillante, sebbene ci sia una tinta verdastra sulla stampa, è molto più vicino a quella corretta.

conclusioni

Non è possibile fornire immediatamente una risposta univoca alla domanda sul vincitore del test. Se sei interessato a controllare la qualità delle immagini, vuoi provare e sperimentare con le impostazioni della tonalità del colore, allora: Epson Stylus Photo T50 è esattamente la soluzione di cui hai bisogno. Inoltre, ultimamente c'è stata una tendenza sempre più netta verso una diminuzione del costo dei materiali di consumo, mentre la loro qualità è in costante aumento. Un buon modo per risparmiare sul budget.

Tuttavia, se tutte queste impostazioni di colore non fanno per te e sei abituato a fidarti dei professionisti, la tua scelta dovrebbe essere a favore della camera oscura.

Una cosa è certa: un'immagine bella e di successo apparirà ugualmente buona sia stampata su T50 che scattata in uno studio fotografico.