Pentole in acciaio inossidabile

L'acciaio inossidabile è una lega composta da metà ferro combinato con il 10,5% o più di cromo. Grazie alla sua elevata riflettività, questo metallo ha una bella lucentezza. Se parliamo del nome stesso di questo materiale - "inossidabile", allora possiamo dire che è stato scelto in modo non corretto, sarebbe più corretto dire che la lega è resistente alla ruggine.

L'acciaio inossidabile, al giorno d'oggi, è diventato popolare tra gli utensili da cucina. Tutto ciò è dovuto al fatto che ha molti vantaggi, tra gli altri materiali utilizzati per preparare i piatti. In primo luogo, l '"acciaio inossidabile" ha una superficie igienica, priva di pori o crepe dove potrebbero nascondersi i batteri, e anche per questa proprietà è molto facile prendersi cura di tali prodotti, poiché qualsiasi contaminazione può essere rimossa anche senza grandi sforzi.

Oltre al fatto che i piatti in questo acciaio non si arrugginiscono, praticamente non si consumano. Solo per farla sembrare bella, ha bisogno di cure speciali. Inoltre, è importante che quando si utilizzano pentole di questa lega, anche durante il trattamento termico, il gusto e il colore dei prodotti rimangano gli stessi, poiché il materiale non entra in alcuna reazione chimica con acidi che sono componenti alimentari.

Krauff 26-189-009

Se usate correttamente e con attenzione, le pentole in acciaio inossidabile possono durare almeno 100 anni. E se, tuttavia, decidi di buttarlo via, possiamo rassicurarti che questo non porterà danni all'ambiente, poiché andrà per l'elaborazione secondaria.

Probabilmente tutti si chiedono dove l'acciaio inossidabile abbia le sue proprietà soprannaturali.

Il ferro è l'elemento principale dell '"acciaio inossidabile", e anche i bambini sanno che viene estratto dal minerale di ferro, che si corrode nella sua forma pura. (ruggine). Ecco perché è stata sviluppata una lega a cui è stato aggiunto cromo. Quest'ultimo impedisce la corrosione del ferro, poiché viene rallentata la reazione chimica del metallo con l'ossigeno, che porta alla formazione di ruggine. Dopo l'ossidazione del cromo, si forma uno strato di ossido di cromo trasparente e solido.

Ma affinché l'acciaio inossidabile non perda le sue proprietà, è impossibile conservare a lungo sostanze sfuse e vari tipi di liquidi in piatti realizzati con questa lega, poiché non consentono all'ossigeno di cromo, che a sua volta porterà alla corrosione. L'uso di candeggine a base di cloro ha lo stesso effetto.

Maggiore è la quantità di cromo nella lega, maggiore è la resistenza alla corrosione. E l'aggiunta di molibdeno e nichel rende l'acciaio più resistente alla ruggine. Vanadio, titanio, rame e non metalli possono essere utilizzati anche per migliorare la qualità dell'acciaio.

L '"acciaio inossidabile" ad alto tenore di carbonio deve contenere almeno lo 0,3% di carbonio. Più carbonio c'è nell'acciaio, più è forte. Il carbonio nella lega facilita l'affilatura delle lame e mantiene a lungo la loro affilatura.

Le persone che stanno cercando di condurre uno stile di vita sano possono tranquillamente utilizzare pentole in acciaio inossidabile per cucinare. Gli elementi di questa lega, sebbene possano influenzare il corpo umano, sono molto piccoli.

Il cromo a volte è anche utile per gli esseri umani in quantità molto piccole, ma anche se si consumano quattro pasti al giorno, che sono stati cotti in piatti di acciaio, ciò non porterà a superare la dose giornaliera consentita di cromo.

Il nichel è noto per essere tossico in grandi quantità, ma piccole quantità di questo metallo entrano nel cibo dalle pentole inossidabili. Tuttavia, le persone che soffrono di allergie al nichel dovrebbero evitare di utilizzare pentole in acciaio inossidabile.

Suggerimenti per l'utilizzo di pentole in acciaio inossidabile:

  • - Per evitare il surriscaldamento delle pentole in acciaio inossidabile, il fondo deve essere realizzato con un materiale che dissipa il calore, in particolare rame o alluminio. Poiché questi metalli hanno un'eccellente conduttività termica, possono essere cotti a fuoco basso e senza frequenti agitazioni.
  • - Non conservare alimenti o liquidi in contenitori di questa lega.
  • - I detersivi abrasivi possono danneggiare la levigatezza delle stoviglie in acciaio inossidabile, quindi cerca di non usarli.
  • - Se non è possibile rimuovere il coperchio dalla padella raffreddata, preriscaldarla e svitare con cautela il coperchio.
  • - Non lasciare mai i piatti vuoti sul fuoco. Se lo fa, lascialo raffreddare da solo.

Suggerimenti per la cura delle pentole in acciaio inossidabile:

    • - Se sui piatti sono presenti adesivi del produttore o del venditore, inumidirli con acqua tiepida per rimuoverli e staccarli con un oggetto di plastica adatto. E la colla può essere rimossa con un solvente a base di alcol o succo di agrumi.
    • - Prima del primo utilizzo, assicurarsi di lavare i piatti con acqua calda e sapone e asciugarli accuratamente. Si sconsiglia inoltre di utilizzare lavastoviglie per la pulizia di stoviglie in acciaio inossidabile.
    • - Il sedimento bianco che si forma dall'uso di acqua dura viene facilmente rimosso facendo bollire l'acqua con un po 'di aceto in una casseruola. E per evitare la comparsa di incrostazioni, il sale dovrebbe essere aggiunto al cibo solo dopo che l'acqua ha bollito in una casseruola.
    • - Per eliminare tracce di cibo bruciato, versare nella padella acqua calda e sapone e far bollire per 5-10 minuti, dopodiché la contaminazione viene rimossa con una normale spugna.
    • - Se le istruzioni fornite con le stoviglie in acciaio inossidabile indicano che possono essere lavate in lavastoviglie, è meglio utilizzare la modalità di pre-ammollo.
    • - Assicurarsi di rimuovere eventuali tracce di latte fuoriuscito dalla superficie della padella prima di riutilizzarla.
    • - Se anche i più piccoli graffi appaiono sulla superficie delle stoviglie, è meglio acquistare un detersivo più morbido. E in nessun caso dovresti usare prodotti che includono cloro e ammoniaca.
    • - Lavare i coltelli in acciaio inossidabile immediatamente dopo ogni utilizzo e non lasciare asciugare i residui di cibo sulla lama. Devi pulire il coltello, iniziando dal manico.

      Helfer 29-44-147

      L'acciaio inossidabile è classificato in diversi sottotipi.

      L'acciaio austenitico è una lega di ferro, cromo (16-26%) e nichel con una piccola parte di carbonio. Questa lega viene indurita alternativamente ad alte e basse temperature. Non ha proprietà magnetiche. La lega più comunemente usata # 304 o 18/8, che include il 18% di cromo e l'8% di nichel.

      L'acciaio martensitico è una lega che contiene ferro e un po 'di cromo dal 10,5% al ​​17% e una piccola quantità di carbonio. La durezza speciale di una tale lega si ottiene mediante un rapido raffreddamento in olio o acqua. Inoltre, questa lega può essere caratterizzata da fragilità e difficoltà di lavorazione. Questo acciaio è magnetico e viene utilizzato principalmente per i coltelli. La lega # 420 è un tipico esempio di tale acciaio.

      L'acciaio ferritico è una lega di cromo e ferro, in particolare cromo dal 17 al 27%, e un tenore di carbonio molto basso. Questa lega è anche caratterizzata da magnetismo. La lega # 430 è un esempio standard di un acciaio ferritico.

      I coltelli sono spesso realizzati con acciai austenitici e ferritici, ma vengono realizzati anche altri utensili da cucina. Acciaio inossidabile: durevole, facile da pulire, resistente alle alte temperature.

      Krauff 26-189-005

      Se vuoi risparmiare quando scegli pentole in acciaio inossidabile, puoi sacrificare la qualità delle pentole, ma non lesinare su pentole o padelle. È meglio scegliere pentole con un fondo di altro metallo che abbia una conduttività termica maggiore rispetto all'acciaio inossidabile e impedirà il surriscaldamento del fondo. In genere, per questo vengono utilizzati rame e alluminio.