Fondali digitali: rivoluzione pacifica

Fondali digitali: rivoluzione pacifica

La maggior parte dei fotografi dilettanti cerca di confrontare le prestazioni delle proprie fotocamere digitali con le tradizionali fotocamere a pellicola da 35 mm. Ma i fotografi professionisti che lavorano solo con il medio formato considerano solo un modo per passare al digitale: acquistare un dorso digitale per la loro fotocamera di medio formato preferita.

Le fotocamere di medio formato utilizzano pellicole da 60 mm. Viene inserito in una cassetta rimovibile, che viene quindi fissata sul retro di tale fotocamera. La tecnica di ripresa che utilizza un dorso digitale ha molto in comune con la "versione cassetta". L'unica differenza è la presenza di un modulo speciale basato su un sensore elettronico e non una cassetta con una pellicola. Collegalo al tuo computer per visualizzare e modificare le immagini e il gioco è fatto con uno strumento di fotografia digitale di medio formato professionale.

Tutti i fondali digitali possono essere suddivisi in due categorie: alcuni sono destinati esclusivamente al lavoro in studio, mentre altri possono essere utilizzati per la fotografia all'aperto.

Caratteristiche dei dorsi digitali

Non tutti i dorsi digitali funzionano allo stesso modo. In alcuni di essi (ad esempio, il modello Phase One H5), non è prevista la possibilità di visualizzare in anteprima le immagini direttamente sulla fotocamera. Per fare ciò, il dispositivo deve essere collegato al computer tramite la porta Firewire. Inoltre, Phase One utilizza un alimentatore esterno. Ovviamente è possibile acquistare un lungo cavo di interconnessione da collegare alla porta Firewire della workstation, ma questa opzione è intesa solo per l'uso in studio. Il DCS Pro Back Plus di Kodak, d'altra parte, ha un display LCD integrato che consente di visualizzare le foto sul posto. L'alimentatore interno e la memoria buffer consentono di utilizzare questo modello in modo indipendente, eliminando la necessità di una comunicazione costante con un computer.Tutte le immagini possono essere registrate su schede di memoria CompactFlash. Questo tipo di fondali può funzionare fuori dallo studio.

Le fotocamere di medio formato utilizzano pellicole con un'area del fotogramma di circa 3,5 volte quella di 35 mm. Le cornici di medio formato hanno una larghezza di 6 cm e un'altezza compresa tra 4,5 e 7 cm (a seconda del tipo specifico). Più grande è il fotogramma, più dettagli contiene l'immagine e, di conseguenza, maggiore è il suo valore commerciale. Se confrontiamo i sensori delle fotocamere SLR digitali e dei dorsi digitali, la situazione è simile. Fino a poco tempo, la risoluzione della matrice della maggior parte delle fotocamere SLR professionali non superava i 12 megapixel (ad esempio, per Canon 1DS), mentre i dorsi digitali sono in grado di produrre immagini da 16, 22 megapixel (Imacon FlexFrame 4040 e Phase One H25, rispettivamente) e persino Di Più. Naturalmente, con tali caratteristiche del sensore, le dimensioni del file immagine sono enormi (oltre 100 MB).Tuttavia, in questo caso, pochissime immagini possono essere memorizzate su schede di memoria (a seconda delle dimensioni e della risoluzione). Pertanto, è molto preferibile che, durante la ripresa, il dorso digitale scarichi i dati direttamente sul computer e la sessione fotografica sia limitata solo dalla capacità del disco rigido.

Lavora in studio

I principi di utilizzo dei dorsi digitali in uno studio fotografico sono simili alle riprese su pellicole di medio formato standard. Il set base degli accessori necessari rimane invariato, viene aggiunta solo una postazione di lavoro (se la sua presenza è un prerequisito per il pieno funzionamento del dorso digitale). Non sono necessari accessori speciali per la fotografia digitale di medio formato: è sufficiente impostare la fotocamera, impostare l'illuminazione e iniziare a scattare. Collegare un dorso digitale alla fotocamera è facile. Alcuni di essi, come la Phase One H101, sono progettati specificamente per uno specifico modello di fotocamera di medio formato (in questo caso, la parte posteriore è progettata per il modello Hasselblad H1). A volte i dorsi possono essere combinati con una gamma di fotocamere di medio formato utilizzando adattatori speciali,che sono solitamente realizzati dagli stessi produttori di moduli digitali. Non dimenticare inoltre che alcuni dorsi "puri da studio" non sono in grado di trasferire immagini su schede di memoria e devono essere collegati a un computer tramite la porta FireWire. La sincronizzazione del flash viene eseguita anche tramite una connessione con un computer, oppure è regolata dalla fotocamera stessa.

Scegliere un modello

Quando decidi se acquistare uno sfondo particolare, determina innanzitutto se sarà compatibile con la workstation che stai utilizzando. Alcuni modelli sono adatti sia per i sostenitori della piattaforma PC che per gli appassionati di Apple Macintosh. Tuttavia, oggi ci sono un gran numero di dorsi compatibili esclusivamente con i computer Apple. Controlla anche quali tipi di laptop è in grado di gestire il modello scelto. Dopotutto, avendo un laptop, è possibile utilizzare uno sfondo da studio di diversi produttori durante le riprese in esterni.

In molti dorsi digitali moderni, sono implementate due modalità di ripresa: fotogramma singolo e fotogramma multiplo. Ma non devi confondere quest'ultimo con la modalità di scatto continuo, che è familiare a molte fotocamere con pellicola 35 mm. A proposito, la modalità di scatto continuo è implementata anche in alcuni dorsi digitali. Ovviamente, la velocità di ripresa con tali dispositivi è bassa - circa un fotogramma ogni 2-3 secondi - e non implica la ripresa di scene dinamiche. Ma per i fotografi di paesaggi, questa velocità è più che sufficiente. Questo parametro varia a seconda dei modelli ed è principalmente dovuto alle dimensioni della memoria buffer e alla velocità di scrittura su supporti non volatili. Può essere una scheda CompactFlash, MicroDrive o un disco rigido del computer. La registrazione dei dati può essere eseguita anche in diversi modi. In alcuni modelli, le informazioni vengono trasferite prima dal sensore alla memoria buffer interna,in altri, le immagini vengono registrate direttamente su una fonte esterna. Nella modalità di scatto continuo, molti sfondi moderni sono in grado di elaborare 4 o più fotogrammi di seguito a una velocità di circa 1-1,5 fotogrammi / sec.

Quasi tutti i modelli sono dotati di un proprio software che consente di visualizzare le riprese immediatamente dopo aver premuto il pulsante di scatto. Il tempo di trasferimento dalla fotocamera al computer dipende dalle dimensioni del file trasferito e dalla potenza del computer stesso. Una volta che l'istantanea è sul disco rigido, puoi tranquillamente metterla nelle mani di programmi di elaborazione delle immagini come Adobe Photoshop.

Qualcosa sul protocollo FireWire

L'interfaccia FireWire ad alta velocità è stata sviluppata da Apple a metà degli anni '90 per collegare fotocamere digitali, scanner, telefoni cellulari e altri dispositivi a un computer. La velocità di trasferimento dati tramite il protocollo FireWire è in grado di raggiungere fino a 400 Mb / s, che è significativamente superiore alle capacità di una connessione via cavo USB 2.0. Questo protocollo è già diventato uno standard multipiattaforma ed è stato adottato da produttori come Sony, Canon, Kodak, ecc.

Qualità non solo disponibile in studio

Mentre gli sfondi digitali possono effettivamente fornire un'alternativa alle tradizionali cassette di pellicola di medio formato in studio, molti professionisti lavorano sul campo. Prendiamo, ad esempio, i fotografi specializzati nella fotografia di matrimoni o paesaggi. Anche in questo settore la tecnologia digitale ha sfidato l'industria cinematografica di medio formato. Vuoi lavorare all'aperto? Nessun problema.

Leaf, ad esempio, ha iniziato a utilizzare il Pocket PC DP-67 insieme alla nuova serie di dorsi digitali Valeo. Questo mini-computer con display 6x7 cm è già stato definito dai creatori un "assistente fotografico personale". È conveniente visualizzare le foto, impostare l'esposizione, controllare l'istogramma ed eseguire molte utili manipolazioni su di esso. Di gran lunga la cosa più importante è la compatibilità del tuo modulo digitale con i principali produttori di fotocamere tra cui Hasselblad, Mamiya, Contax e Bronica. Per alcune fotocamere è fissato direttamente al pannello posteriore, mentre per altre è collegato tramite appositi adattatori prodotti dal produttore. Ma è ancora meglio usare un dorso "specializzato" progettato per essere utilizzato esclusivamente con un particolare modello di fotocamera di medio formato. Dopotutto, gli adattatori, anche i più avanzati,i professionisti non sono tenuti in grande considerazione. Ad esempio, Phase One produce tre diverse versioni del suo dorso digitale H10 per le seguenti fotocamere: Mamiya 645AF, Contax 645 e Hasselblad V500.

Modalità fotogramma singolo e multi fotogramma

È facile confondere la modalità di scatto continuo delle tradizionali reflex digitali a pellicola e la modalità di scatto multi-frame utilizzata nei dorsi digitali di medio formato. Queste sono in realtà due funzionalità completamente diverse. Impostando la modalità fotogramma singolo, dici alla fotocamera di scattare utilizzando una singola esposizione, proprio come una normale fotocamera SLR da 35 mm. La funzione multi-frame si basa su un diverso principio di funzionamento. Nei sensori dei dorsi digitali, come in tutti gli altri, i pixel sono disposti in una matrice ei filtri sono raggruppati in uno schema a scacchiera. Ci sono il doppio dei filtri verdi rispetto ai filtri rossi o blu. L'ordine è tale che i filtri rosso e blu siano tra quelli verdi.Questo rapporto quantitativo è spiegato dalla struttura dell'occhio umano: è più sensibile alla luce verde. Quando i dati registrati dal sensore vengono trasmessi al computer, il programma compensa la mancanza di informazioni sui pixel rossi e blu a scapito dei pixel vicini. Ciò significa solo una cosa: l'immagine perderà inevitabilmente una piccola parte delle informazioni sul colore. In modalità multi-frame, la fotocamera elabora tre esposizioni per ciascun gruppo di filtri separatamente: verde, blu e rosso. Quindi i dati vengono sovrapposti e viene creata un'immagine composita senza la perdita di dati che accompagna la modalità a fotogramma singolo. Naturalmente, lavorando secondo tale schema, la fotocamera elaborerà le informazioni per un tempo piuttosto lungo prima di "raccogliere" un'immagine, e quindi questa modalità può essere utilizzata efficacemente solo per le riprese di still life e per la fotografia pubblicitaria.Quando i dati registrati dal sensore vengono trasmessi al computer, il programma compensa la mancanza di informazioni sui pixel rosso e blu a scapito dei pixel vicini. Ciò significa solo una cosa: l'immagine perderà inevitabilmente una piccola parte delle informazioni sul colore. In modalità multi-frame, la fotocamera elabora tre esposizioni per ciascun gruppo di filtri separatamente: verde, blu e rosso. Quindi i dati vengono sovrapposti e viene creata un'immagine composita senza la perdita di dati che accompagna la modalità a fotogramma singolo. Naturalmente, lavorando secondo questo schema, la fotocamera elaborerà le informazioni per un tempo piuttosto lungo prima di "raccogliere" un'immagine, e quindi questa modalità può essere utilizzata efficacemente solo per still life e fotografia pubblicitaria.Quando i dati registrati dal sensore vengono trasmessi al computer, il programma compensa la mancanza di informazioni sui pixel rosso e blu a scapito dei pixel vicini. Ciò significa solo una cosa: l'immagine perderà inevitabilmente una piccola parte delle informazioni sul colore. In modalità multi-frame, la fotocamera elabora tre esposizioni per ciascun gruppo di filtri separatamente: verde, blu e rosso. Quindi i dati vengono sovrapposti e viene creata un'immagine composita senza la perdita di dati che accompagna la modalità a fotogramma singolo. Ovviamente, lavorando secondo tale schema, la fotocamera elaborerà le informazioni per un tempo piuttosto lungo prima di "raccogliere" un'immagine, e quindi questa modalità può essere utilizzata efficacemente solo per le fotografie di still life e pubblicitarie.il programma supplisce alla mancanza di informazioni sui pixel rossi e blu a scapito dei pixel vicini. Ciò significa solo una cosa: l'immagine perderà inevitabilmente una piccola parte delle informazioni sul colore. In modalità multi-frame, la fotocamera elabora tre esposizioni per ciascun gruppo di filtri separatamente: verde, blu e rosso. Quindi i dati vengono sovrapposti e l'immagine composita viene formata senza la perdita di dati che accompagnano la modalità a fotogramma singolo. Naturalmente, lavorando secondo questo schema, la fotocamera elaborerà le informazioni per un tempo piuttosto lungo prima di "raccogliere" un'immagine, e quindi questa modalità può essere utilizzata efficacemente solo per still life e fotografia pubblicitaria.il programma supplisce alla mancanza di informazioni sui pixel rossi e blu a scapito dei pixel vicini. Ciò significa solo una cosa: l'immagine perderà inevitabilmente una piccola parte delle informazioni sul colore. In modalità multi-frame, la fotocamera elabora tre esposizioni per ciascun gruppo di filtri separatamente: verde, blu e rosso. Quindi i dati vengono sovrapposti e l'immagine composita viene formata senza la perdita di dati che accompagnano la modalità a fotogramma singolo. Naturalmente, lavorando secondo questo schema, la fotocamera elaborerà le informazioni per un tempo piuttosto lungo prima di "raccogliere" un'immagine, e quindi questa modalità può essere utilizzata efficacemente solo per still life e fotografia pubblicitaria.In modalità multi-frame, la fotocamera elabora tre esposizioni per ciascun gruppo di filtri separatamente: verde, blu e rosso. Quindi i dati vengono sovrapposti e viene creata un'immagine composita senza la perdita di dati che accompagna la modalità a fotogramma singolo. Naturalmente, lavorando secondo questo schema, la fotocamera elaborerà le informazioni per un tempo piuttosto lungo prima di "raccogliere" un'immagine, e quindi questa modalità può essere utilizzata efficacemente solo per still life e fotografia pubblicitaria.In modalità multi-frame, la fotocamera elabora tre esposizioni per ciascun gruppo di filtri separatamente: verde, blu e rosso. Quindi i dati vengono sovrapposti e viene creata un'immagine composita senza la perdita di dati che accompagna la modalità a fotogramma singolo. Naturalmente, lavorando secondo questo schema, la fotocamera elaborerà le informazioni per un tempo piuttosto lungo prima di "raccogliere" un'immagine, e quindi questa modalità può essere utilizzata efficacemente solo per still life e fotografie pubblicitarie.e quindi questa modalità può essere utilizzata efficacemente solo per le riprese di still life e per la fotografia pubblicitaria.e quindi questa modalità può essere utilizzata efficacemente solo per le riprese di still life e pubblicità.

Compatibilità della fotocamera con i moduli digitali

Esistono due tipi principali di fotocamere che utilizzano pellicola da 60 mm: le prime sono dotate di mirino ad albero e funzionano da treppiede, le seconde sono modelli con messa a fuoco automatica con mirino posizionato a un angolo di 90 ° rispetto alla superficie del fotogramma (simile ai tradizionali modelli SLR da 35 mm). Successivamente, ci concentreremo sui principali produttori di fotocamere di medio formato, sui loro modelli e sui dorsi compatibili.

Hasselblad

La H1 è la prima fotocamera di medio formato autofocus di Hasselblad. Ci sono diversi dorsi digitali compatibili con esso oggi sul mercato. Kodak Pro Back 645H e Phase One H101 sono diventati molto popolari. Quest'ultimo è destinato all'uso esclusivo con l'H1. Le fotocamere della serie 500 possono ora essere compatibili con quasi tutti i dorsi digitali. Ulteriori informazioni possono essere ottenute sul sito Web della società.

Mamiya

Il 645AFD è una versione migliorata del vecchio 645 AF. L'azienda ha implementato una serie di innovazioni nella fotocamera, tra cui la compensazione dell'esposizione flash, il blocco della misurazione e il bracketing manuale. Il 645 ProTL è anche compatibile con una gamma di dorsi digitali.

Contax

Le fotocamere con messa a fuoco automatica di medio formato Contax 645 di punta possono essere montate su più schienali, inclusi MegaVision S427 e S4, Phase One H10 e Eyelike Precision MF.

Bronica

La fotocamera principale in formato 645 di Bronica è ETRSi. Questo modello di medio formato è compatibile con i moduli Leaf C-Most, Phase One H20, H10 e H5, nonché con Kodak Pro Back Plus. Anche la maggior parte degli sfondi MegaVision funzionerà.

Fuji

Fujifilm produce la fotocamera di medio formato GX680 III compatibile con una varietà di dorsi digitali. Oltre al formato 6x4,5 cm, puoi scattare anche nei formati 8xb cm, 6x7 cm e 6x6 cm.