Revisione e test della scheda madre GIGABYTE GA-H87-D3H

In questa recensione, diamo un'occhiata alla scheda madre GIGABYTE GA-H87-D3H. Il nome implica che si basa sul set di logica del sistema H87. Pertanto, prima di procedere direttamente all'esame della scheda stessa, ricordiamo quali funzionalità fornisce questo set logico e come si differenzia dal vecchio modello Z87. Per confrontare la funzionalità di vari set di logica di sistema della serie 8, fornirò la seguente tabella.

Come puoi vedere, la principale caratteristica distintiva di questo set dallo Z87 è l'impossibilità di dividere le linee PCI Express 3.0 del processore centrale tra più connettori. Inoltre, non è inteso per l'overclock. Sebbene la capacità di aumentare il moltiplicatore per i processori centrali con un moltiplicatore sbloccato possa essere implementata nel BIOS dal produttore della scheda madre. Ora passiamo all'esame della scheda madre stessa.

Set di imballaggio e consegna

Cominciamo a conoscere la scheda con il suo set di imballaggio e consegna.

La confezione del cartone è realizzata nello stile aziendale dell'azienda ed è decorata con colori scuri.

Sul pannello frontale della scatola di imballaggio c'è un'immagine di uno dei radiatori del sistema di raffreddamento, sotto il quale si trova il nome della scheda. Nella parte inferiore della confezione sono presenti una serie di etichette che indicano i tratti distintivi del modello. L'obiettivo principale è l'etichetta Ultra Durable 5 Plus. Considereremo in dettaglio le caratteristiche distintive del modello GA-H87-D3H di seguito.

Il pannello posteriore del pacchetto mostra chiaramente le tecnologie utilizzate sulla scheda.

Oltre a descrivere varie tecnologie, il pannello posteriore contiene le specifiche della scheda e la descrizione del pannello di interfaccia posteriore.

Il set di consegna include solo le cose più necessarie per l'assemblaggio del sistema. La scheda viene fornita con:

  • Manuale utente;
  • Software;
  • spina del pannello di interfaccia;
  • 4 cavi SATA;
  • adesivo con logo aziendale.
  • Caratteristiche distintive della scheda madre

    La scheda madre è realizzata in formato ATX con ingombri di 305 x 225 mm. La scheda è realizzata su PCB marrone scuro. Lo schema dei colori della tavola è realizzato in colori scuri. I radiatori dell'impianto di raffreddamento hanno inserti grigio chiaro.

    Qui daremo uno sguardo più da vicino alle caratteristiche distintive di questo modello, che il produttore ha deciso di evidenziare.

    Ultra Durable 5 Plus: componenti radio di alta qualità sono utilizzati sulla scheda madre, che è la chiave per un funzionamento lungo e stabile;

    Ultra Cool: dissipatori di calore riprogettati per la migliore dissipazione del calore possibile;

    Ultra Performance: l'uso di componenti moderni prodotti da International Rectifier nel sottosistema di alimentazione per garantire un'alimentazione di alta qualità al processore centrale;

    Ultra Safe: protezione ESD avanzata per connettori LAN e USB Ethernet;

    Ultra USB3 + - la presenza di 6 porte USB 3.0, di cui 3 possono essere utilizzate per la ricarica accelerata dei dispositivi mobili.

    Voglio anche notare che la presa del processore ha contatti placcati in oro.

    RAM e slot di espansione

    Quattro slot DIMM situati a destra dello zoccolo del processore consentono all'utente di installare fino a 32 GB di RAM.

    Per abilitare il funzionamento a doppio canale, i moduli devono essere installati in connettori dello stesso colore. L'overclocking dei moduli RAM non è previsto, quindi non ha senso installare moduli con una frequenza superiore a 1600 MHz.

    Per installare le schede video, due slot PCI Express x16 sono saldati sulla scheda. Il primo utilizza le corsie PCI Express della CPU con la specifica 3.0. Il secondo sono le linee PCI Express 2.0 del set di logica di sistema. I connettori funzionano in modalità x16 + x4. La presenza di due slot PCI Express consentirà teoricamente di organizzare un array di due schede video. Il produttore dichiara il supporto per l'array CrossFireX. Ma l'opportunità di creare un array che funzioni secondo lo schema x16 + x4 rimane in dubbio. Dal mio punto di vista, è meglio installare un adattatore video più potente.

    Oltre ai connettori indicati, la scheda contiene due slot PCI Express x1 e PCI. Non ho avuto lamentele riguardo alla posizione dei connettori sul circuito stampato. Se è organizzato un sottosistema video, l'utente avrà sempre accesso ad almeno uno slot PCI Express x1 e uno slot PCI.

    Sottosistema disco

    La funzionalità del sottosistema del disco viene implementata tramite le capacità di una serie di logica di sistema senza l'utilizzo di controller aggiuntivi.

    Tutti e sei i connettori SATA sono collegati direttamente e raggruppati nell'angolo inferiore destro. Sebbene non abbiano una connessione ad angolo, la loro posizione sulla scheda non dovrebbe interferire con l'installazione di schede di espansione lunghe. Tutti gli slot supportano i livelli RAID 0, 1, 5 e 10.

    Sottosistema suono e locale

    Il suono e i sottosistemi locali non sono niente di speciale. Il sottosistema audio è costruito utilizzando il codec Realtek ALC 892.

    La LAN utilizza un controller Gigabit Intel I217V.

    Per emettere effetti sonori, il pannello di interfaccia della scheda madre ha cinque mini jack e un'uscita audio S / PDIF ottica.

    Pannello di interfaccia e pad per il collegamento

    Oltre alle uscite audio e al connettore LAN, sul pannello di interfaccia della scheda madre si trovano i seguenti connettori:

  • 4 connettori USB 2.0;
  • 4 porte USB 3.0;
  • Connettore PS / 2;
  • tre connettori per il collegamento al core grafico integrato nel processore centrale (DVI, D-SUB e HDMI).
  • Ci sono una serie di connettori speciali sulla scheda per il collegamento di connettori aggiuntivi. La maggior parte dei pad è raggruppata nella parte inferiore della scheda madre.

    Ecco i pad per il collegamento dei connettori audio del pannello frontale, la porta COM, TPM (Trusted Platform Module) e due pad per i connettori USB. Un'altra intestazione USB si trova accanto al connettore di alimentazione a 24 pin.

    Il funzionamento della porta COM viene implementato utilizzando il controller IT8728F.

    Il numero totale di ventole che possono essere collegate alla scheda può essere fino a 4.

    Sottosistema di alimentazione

    La scheda madre è dotata di un semplice alimentatore a 4 fasi per il processore centrale.

    Il sottosistema di alimentazione utilizza componenti prodotti da International Rectifier. In particolare vengono utilizzati i gruppi IR3553M (elementi di potenza) e il controller IR3564B. I moduli RAM sono alimentati da uno schema a due fasi. Data la mancanza di capacità di overclock per i moduli RAM, lo schema di alimentazione a due fasi è, a mio parere, ridondante. L'alimentazione viene fornita alla scheda tramite un connettore a 24 pin e un connettore di alimentazione della CPU a 8 pin. Per raffreddare gli elementi di potenza e una serie di logica di sistema, vengono utilizzati due radiatori con inserti in argento.

    Durante il funzionamento, i dissipatori di calore hanno resistito bene al raffreddamento dei componenti della scheda. La temperatura del dissipatore di calore nel sottosistema di alimentazione era di 48 gradi, il dissipatore di calore del chipset si riscaldava fino a 35 gradi. La temperatura ambiente al momento del test era di 22 gradi.

    BIOS

    A differenza delle schede madri GIGABYTE basate sulla logica del sistema Z87, questa scheda non può vantare una nuova shell BIOS.

    Il BIOS della scheda madre ha le seguenti sezioni:

  • MIT;
  • Informazioni di sistema;
  • BIOS Featyres;
  • Periferiche;
  • Gestione energetica.
  • La buona notizia è che il BIOS della scheda madre consente di modificare il moltiplicatore della CPU.

    Inoltre, l'utente ha la possibilità di modificare i tempi dei moduli RAM. Ma l'utente non può aumentare la frequenza oltre i 1600 MHz.

    Test

    Sistema di prova

    Processore centrale Intel Core i7-4770K 3500 MHz;

    RAM Kingston DDR3 4x4096 Mb PC3-19200 2400 MHz;

    Scheda grafica AMD Radeon HD 6970 da 2 GB GDDR5;

    Thermaltake LT-700PCNEU alimentatore 700W;

    Monitor LG Flatron IPS231P-BN

    Nonostante le modeste possibilità della scheda madre in termini di overclock del sistema, ho comunque provato ad aumentare la frequenza del processore centrale modificando il moltiplicatore nelle impostazioni del BIOS. La scheda ha permesso di overcloccare il processore a 4500 MHz, che è già abbastanza buono. Quindi il sistema è stato testato in una serie di applicazioni. La frequenza della CPU è stata ridotta al valore nominale. Darò i risultati del test sotto forma di una tabella.

    conclusioni

    La scheda madre GIGABYTE GA-H87-D3H sarà una buona scelta per l'utente budget che non è interessato all'overclock. Può anche essere consigliato ai giocatori. Grazie alla buona funzionalità sulla base di questa scheda, puoi costruire sia un potente sistema di gioco che un sistema economico per le attività domestiche quotidiane.