Uso non standard di manipolatori

Tutti hanno il mouse del computer. Con l'avvento di nuovi roditori in casa, vecchi, ancora lavorabili, ma moralmente obsoleti, di regola, vengono gettati via o raccolgono polvere oziosi nella dispensa. Tuttavia, non tutti sanno che molti dei dispositivi più utili in casa possono essere realizzati con questi dispositivi economici, praticamente senza cambiare il riempimento elettronico. Eppure non è affatto difficile farlo. E ora ti diremo come.

Controllore di spostamento strutturale

Per controllare gli spostamenti più piccoli di un oggetto rispetto a un altro, puoi usare un normale mouse per computer, che ha funzionato in tutti i termini, ma comunque funzionante. Una di queste rarità è stata utilizzata in una casa di villaggio - per controllare il cedimento delle fondamenta e dei muri l'uno rispetto all'altro. Questo metodo può essere utilizzato dai lettori che possiedono case non completamente nuove o dove il terreno erode le fondamenta, provocando lo spostamento delle strutture portanti e dei muri. L'uso del mouse di un computer elimina la necessità di costruire un circuito relativamente complesso. Il manipolatore è l'ideale per questo compito. Analizziamolo e scopriamo perché. Dopo aver aperto la custodia del mouse, abbiamo accesso al circuito stampato e al meccanismo per determinare le coordinate (foto 1).

La sfera, caricata a molla su entrambi i lati, entra in contatto con due trasmissioni in plastica, all'estremità delle quali sono presenti degli ingranaggi. Gli ingranaggi ruotano tra il trasmettitore e il ricevitore IR (infrarossi). Esistono due di questi dispositivi: per posizionare il cursore orizzontalmente e verticalmente. Quando il mouse viene azionato in diagonale, entrambi i coordinatori di posizione sono coinvolti meccanicamente. Gli impulsi da entrambi i ricevitori IR (alloggiamenti dei transistor IR a tre pin) vengono inviati a un microcircuito (sul retro del circuito stampato), riempito con un composto. Il suo tipo è designato: SS-1HBA-1. Dall'uscita di questo microcircuito, attraverso pulsazioni di livellamento, il segnale di controllo viene inviato al connettore con la designazione J1 e quindi al PC tramite fili. Il pinout del connettore J1 è il seguente: 1 e 4 pin (conduttori nero e giallo del cavo di collegamento dal PC) - filo comune, 5 - "+ 5 V" (rosso).I fili verde e bianco sono i conduttori di un treno di impulsi ad alta frequenza con un'ampiezza di 4,5 V. Gli ultimi due conduttori trasmettono le informazioni sul cambiamento della posizione del mouse al PC. Tuttavia, questi segnali non possono essere utilizzati senza uno speciale dispositivo di decodifica. Pertanto, esiste un modo più semplice per ottenere segnali di controllo dal mouse (quando lo si sposta). Quindi, il transistor IR Q1 (di fronte ad esso c'è un LED IR IR1) è responsabile del movimento laterale del mouse (sinistra, destra) e Q2 e, di conseguenza, IR2 - per il longitudinale (dritto, avanti, indietro). Sperimentalmente, è stato possibile stabilire che in assenza di un ostacolo tra il trasmettitore IR e il ricevitore ai terminali Q1 e Q2 (ad eccezione del terminale centrale - c'è sempre + 5 V) c'è un livello di alta tensione, e passa a basso non appena il ricevitore IR smette di ricevere un segnale trasmettitore.Cioè, quando il mouse si muove, la palla agisce sull'ingranaggio dentato, che a sua volta blocca il percorso del segnale con i suoi denti. È così che funziona. Lo stesso segnale di controllo (cambiando da alto a basso) può essere "preso" dai piedini dei jumper contrassegnati sul PCB JPD2 e JPD3 (evidenziati in foto 1). Sapendo dove collegare un dispositivo esecutivo sulla scheda del mouse del computer, ad esempio un dispositivo di segnalazione dello spostamento di un oggetto, resta solo da occuparsi dell'adattatore elettronico, che converte la variazione del livello logico in un segnale audio. La foto 2 mostra un topo fissato tra le corone di una casa di paese e una stalla ad essa annessa. Quando la casa si assesta e cambia di almeno un millimetro la distanza tra i tronchi, il "topo" dà immediatamente un segnale e un ulteriore dispositivo di segnalazione "fa scattare l'allarme".quando il mouse si muove, la pallina agisce sulla ruota dentata, che a sua volta blocca il segnale con i denti. È così che funziona. Lo stesso segnale di controllo (cambiando da alto a basso) può essere "preso" dai piedini dei jumper contrassegnati sulla PCB JPD2 e JPD3 (evidenziati in foto 1). Sapendo dove sulla scheda del mouse del computer collegare un dispositivo esecutivo, ad esempio un dispositivo di segnalazione dello spostamento di un oggetto, resta solo da occuparsi dell'adattatore elettronico, che converte la variazione del livello logico in un segnale audio. La foto 2 mostra un topo fissato tra le corone di una casa di paese e una stalla ad essa annessa. Quando la casa si assesta e cambia di almeno un millimetro la distanza tra i tronchi, il "topo" dà immediatamente un segnale e un ulteriore dispositivo di segnalazione "fa scattare l'allarme".quando il mouse si muove, la pallina agisce sulla ruota dentata, che a sua volta blocca il segnale con i denti. È così che funziona. Lo stesso segnale di controllo (cambiando da alto a basso) può essere "preso" dai piedini dei jumper contrassegnati sul PCB JPD2 e JPD3 (evidenziati in foto 1). Sapendo dove sulla scheda del mouse del computer collegare un dispositivo esecutivo, ad esempio un dispositivo di segnalazione dello spostamento di un oggetto, resta solo da occuparsi dell'adattatore elettronico, che converte la variazione del livello logico in un segnale audio. La foto 2 mostra un topo fissato tra le corone di una casa di paese e una stalla ad essa annessa. Quando la casa si assesta e cambia di almeno un millimetro la distanza tra i tronchi, il "topo" dà immediatamente un segnale e un ulteriore dispositivo di segnalazione "fa scattare l'allarme".

Allo stesso modo, è possibile controllare l'assestamento della fondazione, l'inclinazione di porte, telai di porte e qualsiasi struttura in cui l'inclinazione, lo spostamento o lo spostamento di parti è indesiderabile o pericoloso. Per creare un dispositivo di segnalazione acustica, è possibile utilizzare lo schema mostrato nella foto 3.

Come HA1 è stata utilizzata una capsula sonora con un generatore di suoni integrato. Deve essere collegato rigorosamente rispettando la polarità. Il transistor pnp VT1 si apre quando la tensione nel punto A è prossima allo zero, cioè nel momento in cui il mouse è spostato. Così, in questo preciso istante, lo squeaker che abbiamo assemblato inizia a strillare.

Attenzione, importante!

Non cercare di applicare una tensione superiore a 6 V al riempimento elettronico del mouse: verrà danneggiato.

Quasi nessuno usa topi meccanici oggi (tutti sono passati a quelli ottici), quindi la loro "seconda vita" sembra essere molto interessante e utile - come parte del dispositivo di segnalazione considerato sullo spostamento delle strutture portanti di una casa di villaggio. Questo sviluppo può essere applicato in altri casi, quando è richiesto un sensore di spostamento dell'oggetto ad alta precisione. Un mouse per computer soddisfa pienamente i requisiti di tale attività, se non altro perché qualsiasi movimento di esso, anche mezzo millimetro, genererà un cambiamento nel livello da alto a basso.

Dopo aver smontato la custodia di un mouse meccanico, consiglio di soffiare aria compressa attorno ai punti di attacco degli ingranaggi in plastica e della sfera di posizionamento, e anche di far cadere una goccia di olio domestico sull'attacco dell'ingranaggio per ridurre l'attrito dovuto alla rotazione dei loro assi. I mouse ottici sono privi di parti meccaniche in movimento, sono più resistenti e il principio di funzionamento basato sulla riflessione del segnale dalla superficie consente di creare un originale interruttore della luce senza contatto con illuminazione sulla base di un mouse ottico. Consideriamo il processo di creazione di un tale dispositivo utilizzando l'esempio di un mouse ottico per computer Defender Optical 1330 (risoluzione 400 dpi).

Interruttore luce di prossimità

Oggi non sorprenderai nessuno con interruttori della luce originali, ma quello presentato di seguito è un dispositivo davvero impressionante e, soprattutto, economico in grado di intrattenere gli ospiti. Allora perché il mouse è stato preso come base? In primo luogo, un manipolatore in miniatura si inserisce bene in una nicchia a muro (un luogo scavato per un normale interruttore a chiave). In secondo luogo, non è richiesto alcun contatto diretto con l'interruttore: basta tenere il dito (o un altro oggetto) a una distanza di 1,5 cm dall'occhio rosso della retroilluminazione. Terzo, il dispositivo ha inizialmente un effetto trigger. Una volta che ha fatto scorrere il dito - la luce si è accesa, la seconda volta - si è spento. Viene fornito anche un indicatore di risposta: quando si fa scorrere il dito sulla "retroilluminazione", si illumina 3 volte più luminoso.

Un mouse ottico per computer dovrà aggiungere un semplice amplificatore di corrente a transistor con un relè esecutivo nel circuito del collettore in modo che i segnali del "MOUSE" controllino una lampada di illuminazione con una potenza fino a 200 W (limitata dai parametri del relè) - più su quello sotto. Poiché quasi tutti i mouse ottici sono costruiti secondo lo stesso schema, considerane uno: Defender Optical 1330, mostrato nella foto 4.

Il dispositivo di posizionamento a coordinate principale è un microassieme con la designazione U2 A2051B0323. combinato con un fotorilevatore (in un caso). Dal pin 6 di questo microassemblaggio, impulsi con una frequenza di circa 1 kHz arrivano a un LED rosso costante sul LED, quindi anche quando il mouse ottico è immobile sul tavolo, è visibile una "retroilluminazione" rossa, appena tremolante. Il LED è un trasmettitore e il ricevitore stesso è il microassieme con un'unità elettronica incorporata nel suo alloggiamento. Quando i segnali luminosi riflessi da qualsiasi superficie raggiungono il fotorilevatore, il livello di tensione al pin 6 degli U2 scende a zero e il LED si accende a piena potenza. Questa è esattamente la reazione che vediamo nel mouse sul tavolo del computer quando proviamo a spostarlo. Il LED ha un tempo di illuminazione completo di 1,3 secondi (a meno che il mouse non sia esposto a una durata maggiore).Una delle parti principali di un mouse ottico (stranamente) non è l'elettronica, ma una lente di plastica, piegata con un angolo speciale (vedi Fig. 5), senza la quale il mouse "diventa cieco". È necessario installare il mouse nella nicchia del muro sotto l'interruttore standard nella custodia assemblata, che fissa in modo affidabile la lente ottica dal lato della base (substrato) del mouse. Quando il segnale riflesso dalla mano arriva al fotorilevatore, il livello del segnale logico viene invertito ai terminali 15 e 16 del microassieme U1 HT82M398A (e, di conseguenza, al microassieme 4 e 5 U2); inoltre, queste non sono conclusioni inverse, ma indipendenti l'una dall'altra. La variazione del segnale su di essi avviene a seconda del movimento verticale o orizzontale del mouse (spostando un ostacolo davanti ad esso).Pertanto, il segnale di controllo per il dispositivo esecutivo può essere prelevato da una qualsiasi di queste uscite e collegato al dispositivo esecutivo, al punto A (Fig. 6). L'apertura del transistor e l'accensione del relè avviene a livello logico alto nel punto A. Il diodo VD1 protegge la bobina del relè dai picchi di corrente inversa. Il resistore R1 limita la corrente alla base del transistor. Il relè può controllare non solo una lampada di illuminazione, ma anche qualsiasi carico con una corrente fino a 3 A. L'alimentazione è stabilizzata con una tensione di 5 V ± 20%. Il transistor può essere sostituito con KT603, KT940, KT972 con qualsiasi indice di lettere. Il relè esecutivo K1 può essere sostituito con RMK-11105, TRU-5VDC-SB-SL o simili per una tensione di attuazione di 4-5 V.Il diodo VD1 protegge la bobina del relè dai picchi di corrente inversa. Il resistore R1 limita la corrente alla base del transistor. Il relè può controllare non solo una lampada di illuminazione, ma anche qualsiasi carico con una corrente fino a 3 A. L'alimentazione è stabilizzata con una tensione di 5 V ± 20%. Il transistor può essere sostituito con KT603, KT940, KT972 con qualsiasi indice di lettere. Il relè esecutivo K1 può essere sostituito con RMK-11105, TRU-5VDC-SB-SL o simili per una tensione di attuazione di 4-5 V.Il diodo VD1 protegge la bobina del relè dai picchi di corrente inversa. Il resistore R1 limita la corrente alla base del transistor. Il relè può controllare non solo una lampada di illuminazione, ma anche qualsiasi carico con una corrente fino a 3 A. L'alimentazione è stabilizzata con una tensione di 5 V ± 20%. Il transistor può essere sostituito con KT603, KT940, KT972 con qualsiasi indice di lettere. Il relè esecutivo K1 può essere sostituito con RMK-11105, TRU-5VDC-SB-SL o simili per una tensione di attuazione di 4-5 V.TRU-5VDC-SB-SL o simile per tensione di attuazione 4-5 V.TRU-5VDC-SB-SL o simile per tensione di attuazione 4-5 V.

Il cavo a 4 conduttori è parzialmente dissaldato dalla scheda in corrispondenza della giunzione con il connettore standard e 2 fili (verde e bianco) vengono risaldati ai pin 15 e 16 del microassieme U1 dal lato elemento (cablaggio non stampato), poiché altrimenti i fili interferiranno con l'installazione della scheda nella custodia del mouse ... Cablaggio iniziale del connettore sulla scheda del mouse: pin 1 - filo comune, pin 2 - alimentazione +5 V, 3 e 4 - impulsi di uscita. Inoltre, come nella variante discussa sopra (con un mouse meccanico), questa sequenza di impulsi ha un livello elevato con piccole deviazioni verso il basso (secondo la figura sullo schermo dell'oscilloscopio). Tali impulsi non possono essere utilizzati senza una decodifica aggiuntiva o un dispositivo di conversione.

Se il circuito e il circuito stampato del tuo mouse non corrispondono a quello presentato dall'esempio del Defender Optical 1330, è sufficiente prendere un qualsiasi oscilloscopio o sonda logica (indicando almeno due stati principali - alto e basso) e trovare sperimentalmente punti con un segnale di controllo sulla scheda. Qualsiasi mouse ottico per PC funzionerà, quindi non importa quale connettore si trova alla fine.