Recensione Zalman CNPS10X Extreme

Sommario

1. Introduzione

2. Fornitura e imballaggio

3. Il design del radiatore e della ventola

4. Installazione del sistema di raffreddamento

5. Test, prestazioni

6. Conclusioni

introduzione

Infine, l'azienda coreana Zalman ha rilasciato qualcosa di veramente nuovo. È stato a lungo necessario abbandonare il design dei radiatori radiali, progettati nel 2005, e trovare qualcosa di più efficace. Ovviamente, in quei tempi lontani, questa tecnologia si è dimostrata la migliore, ma dopo il rilascio di super raffreddatori come Scythe Ninja 3, Thermaltake Big Typhoon, tutto si è rivelato non così buono. I successivi tentativi di rilasciare un buon prodotto sono falliti del tutto, poiché i concorrenti hanno rilasciato quasi istantaneamente sistemi di raffreddamento superiori di un ordine di grandezza. Apparentemente, questa situazione ha iniziato a mettere a dura prova la gestione dell'impresa Zalman, e quindi gli ingegneri hanno rilasciato un prodotto decente, sebbene abbia una classica struttura a torre, ma può comunque sorprendere con alcuni dettagli interessanti. In questa recensione, proveremo a considerarli in modo più dettagliato.

Fornitura e imballaggio

La scatola del nuovo sistema di raffreddamento è realizzata in stile aziendale. Sul lato frontale è presente un ritaglio tondo trasparente attraverso il quale è possibile vedere la ventola senza aprire la confezione stessa. Sul retro, il produttore ha pubblicato una descrizione dei vantaggi più importanti di questo dispositivo di raffreddamento. Ma già sul lato tutte le specifiche sono dipinte in dettaglio, il che rende possibile capire che tipo di prodotto è di fronte a te. Il frigorifero stesso nella scatola è sigillato in un guscio di plastica. Tutti gli accessori forniti nel kit si trovano in alto, quindi possiamo accedervi non appena apriamo la scatola. Il kit stesso include:

- Piastre in acciaio e telai in plastica per il montaggio su socket Intel LGA 775/1156/1366

- Viti, rondelle e piastra di supporto aggiuntive per presa LGA 775

- Piastra metallica per compatibilità con tutti i processori AMD

- Cavo per il collegamento del regolatore di velocità e un pezzo di nastro biadesivo per il fissaggio

- Istruzioni per l'installazione, adesivo e pasta termica Zalman ZM-STG2

Prima di tutto, vale la pena prestare attenzione alla pasta conduttiva termica fornita. Questo è un discendente dello ZM-STG1 di scarso successo. Il produttore afferma che l'efficienza, rispetto a quella vecchia, è aumentata di 3 volte! È una massa grigia e spessa. Sarebbe bello testare la nuova interfaccia termica, ma non in questa recensione.

Design del radiatore e della ventola

Come accennato in precedenza, l'eroe della nostra recensione ha un design a torre classico e ha un impressionante 920 grammi, e questa è già una seria affermazione per uno dei posti di punta tra i supercooler. Anche nel nostro tempo, non tutti i produttori osano creare e rilasciare un sistema di raffreddamento che pesa quasi un chilogrammo.

La dissipazione del calore è assicurata da 56 piastre in alluminio nichelato, ognuna di 0,45 mm di spessore, e la distanza tra le piastre è di 1,7 mm. Cinque tubi di calore trasferiscono il calore dalla base del sistema di raffreddamento. Ognuna ha un diametro di 6 millimetri e, come le piastre in alluminio, è nichelata. Secondo le specifiche ufficiali, l'area di dispersione totale è di 8544 centimetri quadrati. Un telaio della ventola in plastica e una copertura superiore del radiatore conferiscono al prodotto un aspetto finito. Allo stesso tempo, i lati delle alette del radiatore non sono coperti da nulla, il che contribuisce a un raffreddamento più rapido ed efficiente del processore centrale. Un regolatore di velocità della ventola è installato sopra il radiatore, lo faremo conoscere un po 'più tardi. Vorrei prestare particolare attenzione alla qualità di lucidatura della base del frigorifero. Una fabbrica così di alta qualità che ti lucida,probabilmente non lo vedrai da nessuna parte - solo perfettamente lucidato!

La copertura superiore in plastica del radiatore è smontata, basta svitare un paio di viti. Lo stesso vale per il telaio del ventilatore. Dopo lo smontaggio, puoi vedere che il radiatore ha una caratteristica interessante, ovvero l'altezza variabile delle estremità. Secondo l'idea del produttore, ciò dovrebbe ridurre la resistenza al flusso d'aria creato dal ventilatore e ridurre la dipendenza dell'efficienza di rimozione del calore dalla velocità della girante dell'elica. Anche i tubi di calore sono disposti in modo intelligente - sparsi. Questa disposizione non lineare migliora la distribuzione del calore attraverso le alette e quindi l'efficienza complessiva del sistema di raffreddamento. Per finire, i tubi di calore sono saldati qualitativamente alla base.

L'uniformità della base dello Zalman CNPS10X Extreme, così come la lavorazione, sono di prim'ordine. Di conseguenza, la stampa con pasta termica sia sul processore che sul dissipatore di calore è l'ideale. Il resto dei produttori di sistemi di raffreddamento ha molto da imparare da Zalman.

Le alette del radiatore sono raffreddate da una ventola da 120 mm. È fissato rigidamente con quattro viti autofilettanti sul telaio, che a sua volta è montato sul radiatore. Le dimensioni del giradischi sono 120x120x25 millimetri. Il numero di lame è sette lame traslucide. Lo smantellamento viene eseguito senza problemi, a differenza dell'installazione. Il fatto è che la ventola stessa non ha un connettore di alimentazione, ma solo un pad di contatto. In pratica, si è scoperto che questa non è la soluzione più pratica. Il ventilatore gira su un doppio cuscinetto a sfere e ha una durata di vita dichiarata di 50.000 ore. Il consumo di elettricità è di 3,6 watt, così recita la marcatura. Una caratteristica unica dello Zalman CNPS10X Extreme è il controllo della velocità della ventola. Per impostazione predefinita, si trova sul tappo del radiatore in plastica superiore,ma, se lo desidera, l'utente può rimuoverlo e riporlo in un altro posto comodo, fissandolo con nastro biadesivo e collegando i contatti con il cavo fornito in dotazione. Il regolatore ha fino a tre modalità automatiche e una manuale. Se l'indicatore è blu, viene selezionata una delle modalità automatiche (a proposito, differiscono solo nell'intervallo in cui può funzionare la ventola) e, se è verde, l'utente sarà personalmente responsabile della velocità di rotazione del giradischi. Insieme, questa tecnologia rende questo prodotto un po 'diverso dalla concorrenza.in cui la ventola può funzionare), e se è verde, l'utente sarà personalmente responsabile della velocità di rotazione del giradischi. Insieme, questa tecnologia rende questo prodotto un po 'diverso dalla concorrenza.in cui la ventola può funzionare), e se è verde, l'utente sarà personalmente responsabile della velocità di rotazione del giradischi. Insieme, questa tecnologia rende questo prodotto un po 'diverso dalla concorrenza.

Installazione del sistema di raffreddamento

Zalman CNPS10X Extreme è stato uno dei primi a offrire la piena compatibilità con il socket Intel LGA 1156. Sulle schede madri della piattaforma Intel, l'installazione del raffreddamento è la stessa per tutti i socket. È necessario installare la piastra posteriore e, con l'aiuto di quattro viti, garantire una buona tenuta. Sulla piattaforma AMD, tutto è semplice come sempre: utilizzando la staffa inclusa, ci agganciamo alle speciali sporgenze sullo zoccolo e chiudiamo il fermo.

Dopo aver installato il sistema di raffreddamento, la distanza tra la piastra del dissipatore di calore più bassa e la scheda di sistema è di 4,2 centimetri. Se il dispositivo di raffreddamento è posizionato in modo che l'aria calda venga soffiata fuori dalla parete superiore dell'unità di sistema, un bordo del radiatore interferirà con l'installazione dei moduli di memoria. Sebbene la RAM possa essere montata in anticipo, la RAM con dissipatori di calore elevati non si adatterà comunque al sistema di raffreddamento. Ci sono due modi per uscire da questa situazione: cambiare l'orientamento del dispositivo di raffreddamento sulla scheda madre o semplicemente non utilizzare i primi due slot RAM.

In caso di difficoltà nell'installazione di Zalman CNPS10X Extreme, è possibile fare riferimento al sito Web ufficiale, sono presenti istruzioni dettagliate per l'installazione.

Test, prestazioni

Tutti i test verranno eseguiti su entrambe le piattaforme Intel e AMD. Come risultato è stata presa la temperatura del nucleo più caldo. La temperatura durante i test era di 24 gradi Celsius.

Il primo a riscaldare lo Zalman CNPS10X Extreme è stato il Core-i7, il miglior processore quad-core di Intel. In precedenza, veniva overcloccato a una frequenza di 3,97 Gigahertz a una tensione di 1,36 Volt. Con una velocità della ventola di 1000 rpm, il dispositivo di raffreddamento è stato in grado di mantenere la temperatura entro 91 gradi. Se aumentiamo la velocità di rotazione al massimo possibile di 2200 giri, otteniamo una temperatura di 82 gradi Celsius. Il risultato è promettente: le prestazioni dell'eroe di questa recensione sono paragonabili ai migliori sistemi di raffreddamento ad aria del nostro tempo. Gestisce processori di fascia alta senza problemi anche in overclock.

Il prossimo processore testato da AMD Phenom II 4X Black Edition. Siamo riusciti a overcloccarlo a una frequenza di 3,8 GHz con una tensione di 1,55 Volt. Alla velocità minima, la temperatura del carico era di 67 gradi Celsius. Alla massima velocità, la temperatura è stata ridotta a 56 gradi. Risultato eccezionale! Anche se va tenuto presente che la temperatura massima di esercizio dei processori AMD è inferiore a quella dei processori Intel.

Ora alcune parole sul livello di rumore. Alla velocità minima, il rumore del sistema di raffreddamento è di 34 dBA e alla velocità massima - 52 dBA. Dalle cifre è chiaro che il livello di rumore è oltre la gamma confortevole, considereremo questo uno svantaggio di questo dispositivo di raffreddamento.

conclusioni

Zalman CNPS10X Extreme ha lasciato molte emozioni positive durante l'intero test. Zalman Corporation è finalmente riuscita a portare sul mercato un prodotto decente che gestisce i processori più caldi alla pari dei sistemi di raffreddamento di fama mondiale. Inoltre, lo Zalman CNPS10X Extreme ha carte vincenti sotto forma di un controllo della velocità unico e un dissipatore di calore perfettamente lucido. Gli svantaggi includono un sistema di montaggio debole e un livello di rumore elevato della ventola. Se questo dispositivo di raffreddamento fosse stato rilasciato un paio di anni fa, le sue prestazioni sarebbero state superiori alla maggior parte dei sistemi di raffreddamento.