Monitor Dell UltraSharp U2312HM

introduzione

Nella nostra recensione, diamo uno sguardo all'aggiornamento annuale della famosissima serie di monitor UltraSharp di Dell. Dopo il recente lancio del nuovo U2412M da 24 ", ci è stato presentato un display Dell U2312HM da 23", che testeremo. È un aggiornamento del 2012 per il monitor U2311H. Il nome stesso è cambiato poco: la lettera "H" indica ancora le proporzioni di 16: 9 e viene introdotta "M" per indicare l'uso di un pannello IPS elettronico. In linea con le ultime tendenze di mercato e come aggiornamento, Dell ha deciso di combinare la tecnologia IPS con la retroilluminazione a LED bianchi (W-LED). Le caratteristiche e le specifiche sono rimaste sostanzialmente le stesse del modello precedente.

Specifiche e capacità

Di seguito sono riportati i dettagli delle specifiche dello schermo:

Dimensioni : 23 "WS (58,42 cm)

Profondità del colore : 16,7 (6 bit + PCVS)

Proporzioni : 16: 9

Gamma di colori : standard ~ gamma SRGB; 73% NTSC, 96,9% SRGB, 76,0% Adobe RGB

Risoluzione : 1920 x 1080

Rivestimento : antiriflesso, opaco

Passo pixel : 0,265 mm

Interfacce : 1x DVI-D (HDCP), 1x D-Sub, 1x DisplayPort

Tempo di risposta : 8 ms (da grigio a grigio)

Design : pannello e supporto nero opaco. È disponibile anche una versione argento: un pannello color argento e un supporto nero.

Contrasto statico : 1000:

Ergonomia : inclinazione -21 ° / +4 °, altezza 130 mm

Rapporto di contrasto dinamico : 2.000.000:

Caratteristiche : 4x porte USB 2.0

Luminosità : 300

Compatibile VESA : Sì (100 mm)

Angoli di visuale : 178/178

Fisiche : (LxAxP con supporto, altezza massima) 546,4 x 493,0 x 185,4 mm

Tipo di pannello : E-IPS

Peso : 6,47 kg

Senza supporto : 2,96 kg

Tecnologia di retroilluminazione : W-LED

Accessori : cavo DVI, cavo VGA, cavo di alimentazione, cavo USB

Il Dell U2312HM offre un set abbastanza standard di connessioni per computer con un DVI-D e un D-Sub disponibili. C'è anche un'interfaccia DisplayPort, che è una caratteristica utile man mano che diventa sempre più popolare nelle schede grafiche e nei dispositivi multimediali esterni. Come il suo predecessore, il monitor non ha un'interfaccia HDMI.

Lo schermo viene fornito con cavi VGA e DVI. Potrebbe essere utile anche un cavo DisplayPort, ma purtroppo manca. Il display dispone anche di un hub USB 2.0 a 4 porte, che è da molto tempo una caratteristica distintiva della serie UltraSharp. Nessuna funzionalità aggiuntiva come sensori di luce ambientale, altoparlanti integrati, lettore di schede, ecc. il monitor non ha.

Design ed ergonomia

L'U2312HM è realizzato in plastica nera opaca utilizzata per il pannello e il supporto. I bordi del pannello sono sottili e attraenti, larghi 17 mm su tutti i lati. Il logo Dell argento lucido è centrato sul bordo inferiore. Non ci sono più altre iscrizioni sul pannello frontale. I bordi dello schermo sono leggermente arrotondati. Personalmente mi piace il design, il monitor sembra molto bello, rigoroso e solido sul tavolo. C'è anche un modello argento con una cornice coordinata e lo stesso supporto nero.

I pulsanti di accensione / spegnimento e di controllo del menu si trovano nell'angolo inferiore destro della parte anteriore dello schermo. Questi sono pulsanti reali, non pulsanti a sfioramento, come lo erano sul 24 "U2410 e 27" U2711. Quasi si fondono con la superficie del monitor e non sono troppo evidenti, ma funzionano molto bene e hanno risposte chiare. Quando lo schermo è acceso, l'indicatore di alimentazione è blu e giallo in modalità standby.

Il rivestimento dello schermo è standard: opaco, antiriflesso. Alcuni utenti si lamentano dei moderni pannelli IPS con rivestimenti eccessivamente aggressivi. Personalmente, non penso che la copertura su questo schermo sia cattiva, ma questo è ovviamente soggettivo. La copertura sembra essere leggermente migliore rispetto ad alcuni dei modelli precedenti di Dell. È paragonabile all'U2412M.

Sul retro dello schermo, vediamo di nuovo la plastica nera opaca. Il monitor mantiene un profilo abbastanza sottile che sembra molto attraente. Nella parte superiore c'è il logo Dell circolare. Le interfacce di connessione sono in basso. Mentre la parte anteriore della cabina è nera opaca, vediamo una plastica argentata nella parte posteriore che sembra piuttosto carina e dà vita all'intera immagine. La staffa dispone anche di un utile foro passacavi.

Sul lato inferiore dello schermo sono presenti interfacce video per il collegamento di DVI, D-Sub e DisplayPort, oltre a un connettore per il cavo di alimentazione. Lo schermo ha un alimentatore integrato. Questo lo rende un po 'più spesso di alcuni dei monitor per PSU esterni ultrasottili che puoi trovare sul mercato. C'è anche un connettore per la soundbar Dell. Nella parte inferiore sono presenti 1x USB per il collegamento al PC (cavo incluso) e 2x porte USB 2.0 per il collegamento di dispositivi esterni. Inoltre, 2x porte USB 2.0 si trovano sul bordo sinistro dello schermo per un rapido accesso.

Il supporto viene fornito separatamente dallo schermo. Tuttavia, collegarli è incredibilmente facile: è sufficiente far scorrere la staffa nella fessura sul pannello, scatta in posizione e scatta in posizione.

Lo schermo è inoltre conforme allo standard VESA (100 x 100 mm), che ne consente il posizionamento a parete.

Dal lato del Dell U2312HM, ha un profilo abbastanza sottile e sembra piuttosto sottile.

Il supporto è un normale supporto in plastica ma offre una discreta gamma di regolazioni ergonomiche. È anche molto robusto e ben costruito. Non ci sono contraccolpi. I materiali di qualità fanno un'ottima impressione. Il monitor offre un'ampia gamma di regolazioni dell'inclinazione, che gli consentono di essere inclinato di 4 ° in avanti e 21 ° all'indietro. Il movimento di regolazione è regolare, anche se leggermente rigido quando inclinato verso il basso.

Anche la gamma di regolazione dell'altezza è molto buona. Nella sua posizione più estrema, il fondo del pannello è a circa 47 mm dal tavolo, quindi puoi posizionare lo schermo ad un'altezza molto bassa se ne hai bisogno. L'intera gamma di regolazione dell'altezza consente di posizionare la parte inferiore della cornice a 177 mm dal tavolo. Questo è anche leggermente più grande del campo di regolazione dell'U2412M, che ha un'altezza massima di 115 mm. Anche in questo caso, i movimenti sono facili, così come l'inclinazione.

Anche la rotazione del monitor è molto comoda e facile da usare. La base rimane saldamente sul tavolo mentre il pannello oscilla da un lato all'altro.

È disponibile anche la funzione di rotazione per passare dall'orientamento orizzontale a quello verticale, ma è un po 'difficile e un po' dura. In generale, abbiamo a disposizione l'intera gamma di regolazioni e sono tutte abbastanza facili da usare.

I materiali dello schermo sono di alta qualità e dal design accattivante secondo me. La rimozione del pannello posteriore dell'U2312HM conferma l'uso del pannello display LG LM230WF3-SLD1 nel monitor.

Menu OSD

Come l'U2311H, il Dell U2312HM ha pulsanti di selezione del menu reali, non una versione touchscreen. Si trovano sul lato destro dello schermo e funzionano molto bene e in modo reattivo. L'OSD è praticamente identico all'U2412M.

Premendo uno dei 4 pulsanti viene visualizzato il menu di avvio veloce, che fornisce un rapido accesso a una selezione di preimpostazioni, luminosità e contrasto. Quindi puoi scegliere di accedere al menu principale o semplicemente uscire dal menu di avvio rapido. Inoltre, a tua discrezione, puoi configurare due impostazioni rapide dal menu principale.

All'interno della modalità menu preimpostato, sono disponibili le seguenti opzioni: impostazioni standard, multimedia, cinema, giochi, testo, colore e impostazioni personalizzate.

Il menu principale è rappresentato da varie sottosezioni in basso a sinistra, come mostrato nella figura sotto. Nell'angolo in alto a destra, c'è una barra "Consumo energetico" che fornisce una rappresentazione visiva del consumo di energia in un dato momento. Questa funzione è stata implementata anche nel modello U2412M. Si basa sul menu di luminosità OSD che controlla l'intensità della retroilluminazione e quindi ha un rapporto diretto con il consumo energetico. La sezione "Luminosità / Contrasto" parla da sé. La sezione "Configurazione automatica" funziona solo quando si utilizza una connessione D-Sub analogica.

La voce di menu Sorgenti di input consente di selezionare manualmente quale interfaccia utilizzare se non si desidera utilizzare l'utilissima opzione Selezione automatica.

La voce Impostazioni colore consente di modificare le impostazioni relative al profilo colore e alla gamma, ma potrebbe essere più utile avere accesso alle modalità colore preimpostate.

Le modalità preimpostate elencate qui sono le stesse disponibili tramite il menu di avvio rapido.

Nella sezione Impostazioni schermo, puoi modificare le proporzioni del monitor. Ci sono opzioni - 16: 9, 4: 3 e 5: 4. È inoltre possibile abilitare il controllo del contrasto dinamico in questa sezione del menu se ci si trova in una modalità preimpostata adeguata in cui può essere attivato. È inoltre possibile attivare e disattivare la funzione "Energy Smart" qui. Puoi personalizzare la sezione cambiando le scorciatoie da tastiera.

Puoi anche accedere al menu di fabbrica del monitor, ma fai attenzione a modificare le impostazioni che non conosci e non hai idea di come cambiare tutto di nuovo. Usi questo menu a tuo rischio e pericolo! È possibile accedere al menu tenendo premuti i due tasti superiori mentre si accende il monitor. Qui puoi definire i livelli RGB per ogni colore dalle modalità di temperatura preimpostate e ci sono anche molti altri parametri relativi al display.

Nel complesso, l'OSD offre una discreta gamma di funzionalità, è intuitivo e ben strutturato. Non ci sono domande qui.

Consumo di energia

Il nuovo software PowerNap di Dell si trova sul CD fornito con il monitor. Questo software è una modalità di risparmio energetico per il monitor che consente agli utenti di impostare il monitor sulle modalità "Oscuramento schermo" o "Sospensione" quando il computer entra in modalità salvaschermo:

1. "Screen Dim" - Il display viene oscurato al livello di luminosità minimo quando il computer è in modalità screen saver.

2. "Sospensione": il monitor entra in modalità di sospensione quando il computer è in modalità salvaschermo.

In termini di consumo energetico, il produttore indica le seguenti specifiche: l'utilizzo tipico è di 30 W in modalità normale e di 70 W al massimo (con altoparlante Dell, luminosità massima e USB attivo). In modalità standby, lo schermo utilizza meno di 0,5 W.

Lo abbiamo verificato noi stessi e abbiamo scoperto che lo schermo utilizza 24,8 watt di potenza, mentre l'impostazione predefinita è impostata sul 75% di luminosità. Dopo la calibrazione, dove abbiamo regolato la luminosità al 20% e quindi l'intensità della retroilluminazione, questa cifra è stata ridotta a 19,3 watt. In modalità standby, lo schermo utilizza solo 0,6 watt di elettricità. Questo è abbastanza paragonabile ad altri modelli W-LED che abbiamo testato.

Precisione del colore, profondità del nero e contrasto

Dell U2312HM utilizza il pannello elettronico IPS LG Display LM230WF3-SLD1, in grado di produrre 16,7 milioni di colori. Il pannello stesso utilizza effettivamente colori FRC- (High Frame Rate Control) a 6 bit per produrre 16,7 colori. Questo differisce dalla solita matrice IPS a 8 bit, ma queste misure vengono prese per ottenere un prezzo inferiore nei moderni display economici.

L'U2312HM utilizza una retroilluminazione con diodo a emissione di luce bianca (W-LED). Lo spazio colore di questo schermo è di circa SRGB. L'esame delle specifiche dettagliate del pannello conferma che lo schermo copre il 73% di NTSC, il 76% di Adobe RGB e il 96,9% dello spazio SRGB.

Fuori dagli schemi, le prestazioni dell'U2312HM erano sufficienti. La gamma del monitor corrisponde molto da vicino allo spazio SRGB. La luminosità è stata impostata su un livello elevato di 215 cd / m2, che non è molto comodo per l'uso quotidiano. A questa elevata luminosità, la profondità del nero era abbastanza buona a 0,25 cd / m2. Questo ci ha dato un rapporto di contrasto statico di 868: 1, che è buono per un pannello IPS, anche se non buono come il Dell U2412M (1106: 1) o l'U2311H, che ha un valore predefinito di 995: 1.

La precisione del colore era abbastanza buona con le impostazioni di fabbrica. Alcune piccole regolazioni nel menu Luminosità hanno contribuito a migliorare ulteriormente questa cifra. Le impostazioni predefinite dovrebbero essere sufficienti per la maggior parte degli utenti occasionali. In ogni caso, puoi semplicemente regolare la luminosità per adattarla al tuo ambiente di lavoro.

Contrasto dinamico

Il Dell U2312HM ha una funzione DCR (Dynamic Contrast Ratio) che vanta una specifica 2.000.000: 1 (2 milioni: 1). Il rapporto di contrasto dinamico consente il controllo automatico della retroilluminazione dello schermo in base al contenuto. La retroilluminazione è aumentata nelle immagini luminose e diminuita nelle immagini scure. La funzione DCR è disponibile solo nei preset Film e Gioco.

Come ha dimostrato il test, non ha alcun senso utilizzare la funzione DCR nel monitor U2312HM. Non vi è alcun cambiamento evidente nell'intensità della retroilluminazione quando si passa da immagini a diversi livelli di bianco e nero e anche quando si passa da quasi completamente bianco a quasi completamente nero. Tuttavia, questa funzione può funzionare, ma solo nelle condizioni più irreali ed estreme. Come per i modelli Dell U2412M, Asus ML239H e LG IPS231P, se si attiva lo schermo tutto nero la funzione "funziona". Puoi vedere le modifiche quando vengono visualizzate, che richiedono circa 2,5 secondi. Questo è più veloce delle modifiche sul monitor U2412M, che ha dato ~ 4,5 secondi.

Sembra che in condizioni operative normali, la funzione DCR semplicemente non funzioni. C'è una tendenza deludente con questo espediente di marketing.

Angoli di visuale

Gli angoli di visuale del Dell U2312HM sono molto buoni, come ci si aspetterebbe da un pannello e-IPS.

Gli angoli orizzontali danno un campo visivo molto ampio con un leggero spostamento che diventa davvero evidente con un angolo di circa 45 °. Ad angoli più estremi, l'immagine diventa un po 'più scura, ma in realtà non è così evidente come alcuni degli altri pannelli IPS elettronici che abbiamo testato, incluso il Dell U2412M. Le aree scure diventano un po 'più sbiadite, anche se questo è già influenzato dal mediocre rapporto di contrasto.

C'è un bagliore bianco nell'immagine nera, ma questo non dovrebbe essere un problema in condizioni normali. Questa immagine è stata scattata in una stanza buia per mostrare la luce bianca grandangolare.

L'uniformità della luminosità nell'U2312HM è molto buona. Ci sono cambiamenti minimi rispetto a una media di 120 cd / m2. La luminosità variava da 125 cd / m2 (centro sinistra) a 108 cd / m2 (destra). L'86% dello schermo mostrava solo il 5% di deviazione dallo standard e il 97% era entro il 10% di deviazione. Questo è un ottimo risultato, ma può variare da un'istanza all'altra.

Uniformità della retroilluminazione

Come al solito, abbiamo anche testato uno schermo completamente nero in una stanza buia. Non c'è praticamente nessuna perdita di retroilluminazione qui. Sono visibili a piccole deviazioni dagli angoli, ma non sono critici e non li noterai nella pratica. Buon risultato a un costo relativamente basso del display.

Tempo di risposta

La funzione Overdrive, disponibile tramite il menu della schermata di fabbrica, migliora i tempi di risposta ed è abilitata di default. L'U2312HM mostra meno sfocatura di movimento rispetto all'LG IPS231P nonostante abbia una specifica di 5 ms sullo schermo. L'U2312HM mostra un basso livello di sfocatura di 5 ms (da grigio a grigio) simile all'Asus ML239H, anche se sfortunatamente ha pennacchi scuri più evidenti.

La reattività dell'U2312HM dovrebbe essere sufficiente per la maggior parte delle applicazioni di gioco e mostra una buona sfocatura bassa. Il nuovo schermo è un'ottima scelta per uno schermo IPS da 23 pollici per i giochi.

Ritardo di ingresso

Come al solito, abbiamo testato il monitor per determinare il livello di input lag. Spesso, il ritardo di input è molto basso e probabilmente non è un problema eccessivo nelle applicazioni del mondo reale.

Il ritardo di input dell'U2312HM è incredibilmente basso, in realtà il più basso che abbiamo mai visto su un display TFT. Non c'è praticamente alcuna latenza. La maggior parte delle misurazioni mostra un ritardo di 0 ms rispetto ai monitor CRT. Ottimo lavoro da parte di Dell nel portare il ritardo di input a un livello così basso!

Film e video

Di seguito sono riportati i risultati delle prestazioni nelle applicazioni video:

- Le dimensioni dello schermo da 23 pollici lo rendono una scelta intelligente per un display multimediale, sebbene sia più piccolo dei moderni televisori LCD.

- 16: 9 è più adatto per i video rispetto agli schermi 16:10, poiché lasciano bordi più piccoli nei film.

- 1920 x 1080, supporta la risoluzione HD 1080p.

- Interfaccia digitale DVI, supporta HDCP per qualsiasi contenuto crittografato e protetto

- DisplayPort opzionale, sebbene HDMI possa essere fornito come interfaccia popolare per dispositivi Blu-ray / DVD esterni.

La profondità e il contrasto del nero sono buoni per un pannello IPS, anche se non altrettanto bene come alcuni altri modelli. I dettagli nelle scene scure e quelli in ombra non dovrebbero essere persi troppo.

- Il rapporto di contrasto dinamico è disponibile, ma sfortunatamente non fa nulla in pratica.

- La modalità di luminosità preimpostata 'Film' può essere attivata nel menu, il che rende l'immagine un po 'più fredda rispetto alla modalità standard e fornisce l'accesso alla modalità DCR (che, come abbiamo detto, non fa nulla).

- Buoni tempi di risposta dei pixel, che dovrebbero occuparsi di oggetti in rapido movimento nei film senza troppi problemi.

- Ampi angoli di visuale grazie al pannello elettronico IPS. In pratica, ciò significa che più persone possono guardare lo schermo contemporaneamente da una varietà di angolazioni diverse.

- Regolazioni molto buone ed ergonomiche per una posizione comoda per guardare i film.

- Non sono state rilevate perdite significative della retroilluminazione del pannello.

- Nessun altoparlante stereo integrato, ma il display è compatibile con la soundbar Dell.

- Nessuna modalità Picture-in-Picture (PiP) e Picture-by-Picture (PBP) su questo modello.

Conclusione

In generale, non c'è un'enorme differenza tra il nuovo e il vecchio modello. In definitiva, ci vengono offerte le stesse caratteristiche e specifiche, con l'unico cambiamento significativo che è il passaggio dalla retroilluminazione CCFL alla retroilluminazione W-LED. Per l'utente finale, questo non significa davvero alcuna differenza tangibile. Il profilo è leggermente più sottile e il consumo energetico è leggermente inferiore, ma questo non dovrebbe sorprendervi nell'uso quotidiano.

Il Dell U2312HM ci offre praticamente tutto ciò che ci aspettiamo dagli schermi Dell UltraSharp. È stato bello vedere alcune nuove funzionalità interessanti e anche che sono state mantenute le capacità di molti modelli precedenti. In termini di prestazioni, il display ha impressionato sotto alcuni aspetti. In particolare, il ritardo di input era incredibilmente basso, le impostazioni del colore predefinite non richiedevano quasi nessuna regolazione e il tempo di risposta era buono per i giochi più veloci. Questo rende il monitor uno dei modelli IPS da 23 "più attraenti che abbiamo testato. D'altra parte, sono rimasto un po 'deluso dal rapporto di contrasto piuttosto basso di 710: 1. Non è male per un pannello IPS, ma non quello che speravamo di vedere data la metrica. altri schermi testati di recente, incluso il Dell U2412M da 24 ".