COME CALIBRARE IL MONITOR O LA MATRICE DI UN PORTATILE - come regolare correttamente i colori sul monitor (schermo) di un laptop

In linea di principio, i colori corretti possono essere spremuti anche dai monitor su una matrice TH, l'unica domanda qui è la tua pazienza. Il problema con tali matrici (che sono la maggioranza sul mercato) è che nelle aree sovraesposte e scure interpretano in modo errato il segnale della scheda video e visualizzano il colore in modo errato. La calibrazione aiuta a superare questo e molti altri svantaggi. Anche se sei più fortunato e hai un monitor su IPS, PVA, C-PVA o MVA-matrix, anche loro necessitano di calibrazione, anche se in misura minore. È vero, tali monitor sono già ben calibrati dall'inizio e sono dotati di un software speciale che ti consente di farlo senza troppi sforzi.

Cosa sono i programmi di calibrazione?

Questi sono programmi gratuiti per la calibrazione effettivamente manuale del monitor basata sulle letture di uno standard naturale e accurato: il tuo occhio. Si tratta di risparmi significativi rispetto ai calibratori hardware (ne hanno bisogno, infatti, solo i professionisti), e presentano innegabili vantaggi. Esistono molti di questi programmi, ma funzionano tutti secondo lo stesso principio.

Come inizio a calibrare il mio monitor?

Poiché la temperatura sulla matrice è molto importante durante il processo di calibrazione, deve essere stabile, lo stesso vale per la retroilluminazione, per questo tipo di matrice è per sua natura molto irregolare, ma dobbiamo spremere il massimo, quindi lasciamo che il monitor funzioni per un paio d'ore, è meglio se lo è saranno quattro ore. Ma non si lavora solo in un'applicazione, ma è necessario attivare un film dinamico in modo che tutte le aree siano riscaldate in modo uniforme.

Il punto successivo che merita attenzione sono le condizioni di illuminazione. In questo caso, la cosa più importante è, prima di tutto, la stabilità dell'illuminazione. Pertanto, per la calibrazione, è meglio scegliere una giornata di sole, intorno all'ora di pranzo, quando c'è ancora molto tempo prima del tramonto. Per quanto riguarda le sorgenti luminose, assicurati che la stessa lampada da tavolo non brilli in faccia o da dietro (soprattutto se il rivestimento del display non è opaco, ma lucido). Il nostro obiettivo in questa fase è la luce più calma, stabile e morbida.

I colori dell'LCD tendono a cambiare quando cambia l'angolo di visualizzazione. In alcuni tipi di matrici questo si manifesta in misura maggiore, in alcune in misura minore, ma questo è tipico di tutti. Ciò è particolarmente vero per gli angoli verticali, non per quelli orizzontali. Di conseguenza, è necessario garantire una posizione stabile degli occhi e la stessa posizione del monitor rispetto agli occhi (non dimenticare la luce ambientale se inclini il display).

Iniziamo la calibrazione utilizzando il software

Prima di iniziare, dovresti essere chiaro su cosa esattamente vuoi ottenere con la calibrazione. Ed ecco perché. Certo, puoi affidare l'intero processo al programma, che farà tutto in automatico in base ai dati che il monitor riceve dalla scheda video, ma in questo caso il risultato sarà insoddisfacente, per usare un eufemismo.

Se decidi di seguire la strada più complicata, dovrai guardare a lungo il monitor (il processo in sé è piuttosto lungo e noioso), e inoltre, è un grande peso per gli occhi. Pertanto, è importante fare periodicamente delle pause e riposare gli occhi, altrimenti la calibrazione risulterà molto imprecisa e ripetere tutto di nuovo - non tutti hanno abbastanza nervi.

Quale software dovrei usare?

Ci sono un numero enorme di programmi di calibrazione sul mercato, ma tutti sono abbastanza difficili da padroneggiare, e quelli più avanzati suggeriscono di leggere prima un manuale di 400 pagine sulla teoria del colore e solo dopo procedere alla calibrazione. Tra le soluzioni complesse che non richiedono un approccio così serio, si può distinguere il programma Adobe Gamma. Il suo vantaggio risiede nel fatto che analizza la combinazione del monitor e della scheda video e calibra già questo kit, regolando il profilo del monitor e del sistema video nel suo complesso.

Il programma viene eseguito dalla riga di comando, ma la sua interfaccia è molto amichevole. È ideale per i principianti in quanto offre una modalità guidata. Se vuoi armeggiare ancora un po 'e, di conseguenza, ottenere un risultato migliore, puoi utilizzare pacchetti software più avanzati come Eberhard Werle QuickGamma, TFT Test, PassMark Software MonitorTest e Atrise Software LUTCurve. Quest'ultimo è riconosciuto come il miglior programma del suo genere, ma è necessario avere una buona idea di cosa si vuole finire.

Articolo utile: "8 parametri importanti per la scelta di un monitor"

Guarda la recensione video del monitor da gioco super conveniente AOC G2460PG