Canon EOS 650D a colpo d'occhio

Il modello più recente della linea hobby di Canon, EOS 650D, ha sostituito EOS 600D con un nuovo sensore, un nuovo sistema di messa a fuoco e, particolarmente gradito ai dilettanti, il controllo tattile. Ma prima le cose principali.

Il corpo della fotocamera è tradizionalmente in plastica con inserti gommati per una migliore presa. È tenuto in mano in modo molto sicuro e confortevole; è abbastanza difficile far cadere la fotocamera. I cambiamenti nel corpo e nella posizione dei pulsanti rispetto alla 600D sono piuttosto insignificanti: sull'anello delle modalità sono apparsi elementi aggiuntivi, ad esempio Handheld Night Scene e HDR, il pulsante Disp è scomparso e un microfono stereo si trova accanto al flash incorporato davanti alla "slitta a contatto". È ora possibile passare alla modalità video utilizzando la leva di alimentazione della fotocamera, in modo da escludere l'avvio inaspettato e improvviso della registrazione video per il fotografo.

Dobbiamo rendere omaggio alla qualità costruttiva della fotocamera: è al suo meglio. La posizione di tutti i pulsanti è molto logica e comoda. È impossibile toccare accidentalmente qualsiasi tasto o leva, abbattendo impostazioni importanti. Ma molte fotocamere di livello ancora più alto sono caratterizzate da questo svantaggio. Le dimensioni e la posizione del coperchio della batteria sono state studiate e un pad per treppiede avvitato di dimensioni standard non interferisce con l'accesso alla batteria.

Il nuovo modello ha anche un nuovo otturatore, che in termini di velocità di scatto ha avvicinato la EOS 650D ai modelli precedenti: la fotocamera è in grado di scattare 5 fotogrammi al secondo (contro i 3,7 fotogrammi / secondo nel caso della 600D). Il processore Digic 5 di ultima generazione è apparso per la prima volta nel modello EOS per appassionati. Non solo aiuta la fotocamera a lavorare rapidamente, a rispondere in modo nitido alle azioni dell'utente ea non perdere tempo nell'elaborazione delle immagini, ma fornisce anche una riproduzione dei colori più accurata.

Lo schermo girevole da 3 pollici è diventato touchscreen. È realizzato utilizzando la tecnologia capacitiva, riconosce i gesti multitouch, che saranno apprezzati dagli utenti attivi di smartphone e altri gadget touch moderni. Ora l'accesso al menu e la gestione delle impostazioni è ancora più veloce, anche se gli utenti di Canon DSLR hanno avuto poche ragioni per lamentarsi della scarsa ergonomia prima. Naturalmente, i fotografi più avanzati usano il mirino durante le riprese, ma possono anche cambiare le loro abitudini, perché lo schermo ti consente di controllare non solo le impostazioni del menu, ma anche la messa a fuoco con un tocco del dito. Insieme alla possibilità di scattare da qualsiasi angolazione grazie al meccanismo rotante, questo offre un grado di libertà molto maggiore e una scelta più ricca di punti di messa a fuoco rispetto a prima.Tuttavia, le nuove tecnologie non sostituiscono i tradizionali pulsanti e tasti di navigazione per il controllo della fotocamera. Il vetro dello schermo è protetto dalla comparsa di macchie di grasso dalle dita e si pulisce facilmente dallo sporco, il che sarà particolarmente importante, ad esempio, quando si visitano le grotte.

In generale, questo schermo avrebbe dovuto cantare un'ode: luminoso, contrastante, con immagini ad alta definizione. Inoltre, nel menu, è possibile scegliere una delle cinque opzioni di colore per l'interfaccia, inclusa quella adatta per l'uso in una stanza buia o durante le riprese di notte. Il display non solo può essere ruotato in tutte le direzioni, ma anche chiuso dopo lo scatto, proteggendolo in modo affidabile da danni durante lo stoccaggio e il trasporto della fotocamera.

La batteria del dispositivo è progettata per 450 colpi. Come ha dimostrato la pratica, può fare di più se si disattiva la dimostrazione automatica dei fotogrammi acquisiti e non si utilizza affatto lo schermo. Quando si viaggia, in assenza di fonti di elettricità a portata di mano, questo è molto importante. Il controllo tattile riduce naturalmente anche l'autonomia. Tuttavia, la risorsa dichiarata sarà sufficiente affinché il fotografo amatoriale più attivo possa godersi le riprese tutto il giorno, anche utilizzando i controlli touch e l'avvistamento sullo schermo.

La matrice da 18 megapixel ha acquisito celle aggiuntive che funzionano secondo il principio dei sensori di autofocus a rilevamento di fase. Ciò non solo ha fornito la possibilità di normali riprese dinamiche in modalità Live View, ma anche una messa a fuoco costantemente attiva durante la registrazione video. Oltre all'emergente autofocus ibrido, è necessario notare il modulo di rilevamento della fase principale notevolmente migliorato. Tutti i 9 punti attivi in ​​esso sono a forma di croce, il che consente di mettere a fuoco il soggetto in modo più accurato e rapido. Ora tutti i sensori funzionano con la stessa sicurezza, il che significa che i fotografi hanno maggiori opportunità di ricerca creativa quando costruiscono una composizione.

Il nuovo sensore e processore ha ampliato la gamma di sensibilità alla luce a 12800 unità (25600 ISO in modalità espansione). Per esperienza dirò che è problematico utilizzare valori superiori a 3200 unità, poiché, a partire da 6400 ISO, il rumore del colore diventa troppo evidente. Allo stesso tempo, la gamma 100-3200 ISO, in cui è possibile ottenere immagini di buona qualità con dettagli elevati, è abbastanza per una fotocamera amatoriale entry-level.

Il 650D dispone anche del controllo flash wireless Speedlighi, eliminando la necessità di fondi aggiuntivi per la sincronizzazione con sorgenti flash esterne per i dilettanti, e diventa molto più facile per loro sperimentare schemi di illuminazione complessi.

Uno studio dettagliato del menu della fotocamera mi ha reso felice con diverse piacevoli sorprese. Uno di questi è la possibilità di convertire i file dal formato RAW a un JPEG più leggero e conveniente (mantenendo il file originale, ovviamente). Inoltre, qualsiasi immagine può essere ulteriormente elaborata applicando vari filtri artistici dall'elenco: "B / n granuloso", "Soft focus", "Fish-eye", "Colori a olio", "Acquerello", "Fotocamera giocattolo" e "Miniatura". Il grado di influenza sull'immagine di ciascun filtro può essere modificato entro tre livelli. L'unico peccato è che l'effetto miniatura qui non può essere regolato in modo flessibile come nelle fotocamere compatte Canon. Puoi scegliere di impostare il campo di messa a fuoco orizzontalmente o verticalmente e spostarlo lungo il fotogramma: tutto qui. Non è possibile modificare la larghezza di una striscia trasparente e non è possibile disporla diagonalmente.

Il filtro B / N granuloso gestisce le immagini in un modo molto più interessante rispetto allo stile monocromatico standard. È anche più conveniente perché l'utente riceve non un singolo fotogramma in b / n, ma la versione a colori originale ed elaborata.

Le opzioni per migliorare l'immagine nella fase di lavoro con la fotocamera non sono ancora finite. Canon ha un'altra nuova aggiunta: Multi Shot Noise Reduction è un altro modo aggiuntivo per ridurre il rumore quando si scatta in condizioni di scarsa illuminazione. Consiste nel fatto che la fotocamera scatta quattro immagini e calcola la media delle immagini risultanti, sottraendo macchie casuali estranee.

Canon 650D è soddisfatta della velocità di lavoro, della precisione di messa a fuoco e della facilità d'uso. Sorprendentemente, non ho riscontrato alcun difetto serio. La fotocamera è semplicemente piacevole da usare: il produttore ha tenuto conto di tutte le sfumature. Non resta che aggiungere una funzione di esposizione multipla e un secondo slot per memory card, e la fotocamera conquisterà il cuore non solo dei neofiti della fotografia, ma anche, ne sono sicuro, degli utenti professionali. Tuttavia, questo sarà un dispositivo diverso, di un livello completamente diverso.

I principali concorrenti della fotocamera recensita sono i seguenti modelli: Pentax K-30, Nikon D5100, Sony A57.