Come installare correttamente uno scaldabagno - come installare una caldaia in bagno (in un appartamento o in campagna) da soli

C'è stato uno scherzo tra la gente da molto tempo: "Torno a casa da un resort marziano nell'estate del 2050, parcheggio la navetta, torno a casa, apro il rubinetto ... e l'acqua calda è stata chiusa come sempre". Nonostante tutte le conquiste del pensiero umano, ogni anno siamo costretti a perdere un vantaggio della civiltà come l'approvvigionamento centralizzato di acqua calda per un periodo indefinito, la cui durata dipende esclusivamente dal desiderio dei servizi pubblici. E in alcune regioni del nostro paese, questa "riparazione" si trascina da decenni. E tenendo conto dell'aumento delle tariffe per l'acqua calda, a un certo punto ognuno di noi si presenta con un semplice pensiero “quanto è possibile ?! È ora di comprare uno scaldabagno e fermarsi a seconda dei capricci del comune! ”.

Supportiamo pienamente la tua decisione assolutamente corretta e abbiamo preparato un articolo in cui ti diremo come scegliere uno scaldabagno, come installare una caldaia da solo e come usarla correttamente.

Scaldabagno: istantaneo, ad accumulo oa gas?

Gli scaldacqua si dividono in tre classi principali:

  • scaldacqua istantaneo: riscalda l'acqua immediatamente prima dell'uso;
  • scaldacqua ad accumulo (caldaia) - preriscalda un certo volume di acqua, a seconda del volume del serbatoio;
  • scaldabagno a gas (più semplice - "scaldabagno a gas") - secondo lo schema di lavoro, è simile a quello scorrevole, ma l'acqua viene riscaldata non con l'aiuto dell'elettricità, ma con il gas.

Quale scaldabagno scegliere?

Considera i pro ei contro di ogni tipo di scaldabagno.

Scaldacqua istantaneo

Pro :

  • compatto, non necessita di ampi spazi di installazione. Ci sono modelli in commercio che si dotano subito di un proprio soffione e rubinetto;
  • non è necessario attendere il riscaldamento - l'acqua calda arriva entro 30-40 secondi dall'accensione;
  • non ci sono limiti alla quantità di acqua calda: quanto verrà acceso lo scaldabagno, così tanta acqua calda uscirà dal rubinetto;
  • costo relativamente basso del dispositivo.

Contro :

  • alta potenza: consuma molta elettricità;
  • i modelli compatti e di bassa potenza sono adatti solo per bagno e doccia, per la distribuzione dell'acqua in tutto l'appartamento (bagno + cucina), è necessario acquistare un modello più grande e più energivoro;
  • richiede un cablaggio appropriato della sezione, del contatore e della macchina desiderati;
  • abbastanza costoso da utilizzare a causa dell'elevato consumo energetico.

Uno scaldacqua istantaneo è ottimale per l'installazione in appartamenti con stufe elettriche: in primo luogo, il cablaggio e il contatore sono già stati completati in conformità con i requisiti e, in secondo luogo, le tariffe elettriche in tali case sono inferiori.

Quando si sceglie uno scaldacqua istantaneo, tenere presente che per una doccia confortevole la temperatura dell'acqua dovrebbe essere di 40 ° C, con una portata d'acqua di 5 l / min.

Scaldacqua ad accumulo

Pro :

  • non richiede modifiche separate alla rete elettrica, può essere collegato a una normale presa (anche se come per qualsiasi
  • abbastanza economico - consuma poco più di un aspirapolvere domestico all'ora. Esistono modelli in cui, oltre alla temperatura, viene regolata anche la potenza di riscaldamento, ad esempio 1,3 kW o 2 kW. Il tempo per il riscaldamento dell'acqua dipenderà da questo;
  • con opportuni cablaggi può fornire acqua calda sia al bagno che alla cucina.

Contro :

  • grandi dimensioni: maggiore è la capacità dello scaldabagno, maggiori sono le sue dimensioni. Tuttavia, i produttori si sono presi cura della possibilità di risparmiare spazio e sul mercato sono disponibili scaldacqua sia rotondi che piatti.

Leggi: "Come scegliere una caldaia: quale è migliore e più economica?"

La caldaia ad accumulo può essere installata in quasi tutti gli appartamenti in città o in campagna.

Prestare attenzione ai modelli con riscaldamento: dopo un ciclo completo di riscaldamento dell'intero volume d'acqua, lo scaldabagno entra in modalità standby (non riscalda l'acqua), ma non appena la temperatura dell'acqua nel serbatoio scende di 5 gradi, il riscaldamento si accende automaticamente e di nuovo "riscalda" l'acqua alla temperatura impostata ... Si ottengono così risparmi energetici effettivi e disponibilità costante di acqua calda nel serbatoio.

Scaldabagno a gas (scaldabagno a gas)

Pro :

  • non è necessario attendere il riscaldamento - l'acqua calda arriva quasi immediatamente dopo l'accensione;
  • non ci sono limiti alla quantità di acqua calda: quanto sarà incluso, così tanta acqua calda verrà dal rubinetto;
  • più economico da utilizzare rispetto a uno scaldacqua istantaneo.

Contro :

  • senza permessi speciali, può essere installato solo nelle case in cui è già presente un cablaggio pronto: uno scaldabagno a gas era già stato installato in precedenza. In caso contrario, sarà necessaria l'autorizzazione del servizio gas, l'approvazione del progetto, un installatore specializzato.

Installare uno scaldabagno a gas in un appartamento non preparato è un processo molto complicato. Si conclude con un rifiuto delle autorità di regolamentazione. Se non desideri eseguire l'intero processo senza speranza di successo, limitati a installare un riscaldatore elettrico di qualsiasi tipo.

Si noti che la definizione di prestazione in uno scaldacqua ad accumulo e in uno scaldacqua istantaneo è diversa. Nello stoccaggio, la potenza del dispositivo indica la velocità di riscaldamento dell'acqua per un certo periodo di tempo e, nel flusso, le sue prestazioni o, più semplicemente, il volume di acqua calda fornita dallo scaldacqua al minuto.

Ad esempio, uno scaldacqua ad accumulo con un volume di 50 litri e una capacità di 2 kW riscalderà completamente l'acqua a 75 gradi in 50 minuti. Ciò significa che non importa quanto completamente apri il rubinetto, l'acqua sarà sempre della stessa temperatura e la sua pressione dipenderà solo dalla potenza della pressione nel montante dell'acqua fredda.

Allo stesso tempo, uno scaldacqua istantaneo da 3,5 kW è in grado di fornire acqua calda con una capacità non superiore a 2-2,5 litri al minuto; con una potenza di 4,5 kW - 3 litri al minuto; potenza di 6,5 kW - 4,5 litri al minuto, ecc.

Installazione istantanea dello scaldacqua fai-da-te

Assicurati di avere un misuratore adatto. Se lo strumento è inferiore a 40 A, dovrà essere sostituito.

L'elevata potenza dello scaldacqua ad accumulo richiede un cavo elettrico separato dal contatore al luogo di installazione dello scaldacqua stesso.

Per selezionare la corretta sezione del cavo, è necessario eseguire i seguenti calcoli:

I = P / U, dove:

I - forza attuale, A;

U è la tensione di alimentazione domestica, V;

P è la potenza del riscaldatore, W;

Otteniamo la corrente I = 8000 W / 220 V = 36 A.

Per il filo di rame, il rapporto tra il carico di corrente consentito (cablaggio aperto) per sezione del filo è di 10 ampere per millimetro quadrato.

Otteniamo la sezione trasversale ottimale del filo: dividiamo 36A per 10A = 3,6 mm.kv.

Selezioniamo dalla tabella (colonna "intensità attuale, A") una sezione trasversale adeguata, arrotondata per eccesso:

* tutti i calcoli sono solo a scopo informativo. Quando si installa lo scaldabagno, assicurarsi di consultare un elettricista professionista!

Quando si esegue il cablaggio di alimentazione nascosto (in un tubo o in una parete), i valori indicati vengono ridotti moltiplicando per un fattore di correzione di 0,8. Si consiglia di selezionare la sezione con un piccolo margine. Si consiglia di scegliere solo cavo in rame.

Si noti che 8 kW è il "soffitto" massimo per uno scaldabagno in un normale appartamento di città senza una stufa elettrica, poiché tali contatori sono progettati per non più di 32-40 A e, come si vede sopra, solo uno scaldabagno richiede già 36A - e questo esclusi altri elettrodomestici. Di conseguenza, l'opzione migliore per un normale appartamento di città sarebbe uno scaldabagno a flusso continuo con una capacità non superiore a 6 kW.

La presenza di un interruttore di circuito appropriato e RCD (dispositivo a corrente residua)

Il processo di installazione di uno scaldacqua istantaneo è semplice e può essere di due tipi: temporaneo e permanente:

Un collegamento temporaneo viene utilizzato per ottenere l'acqua calda per una doccia in un momento in cui non è presente l'acqua centrale. Dopo il ripristino della fornitura di acqua calda dall'impianto di riscaldamento, il dispositivo può essere facilmente spento e persino smontato fino alla prossima volta. Per un uso temporaneo, vale la pena acquistare uno scaldabagno istantaneo, dotato di un annaffiatoio e, se necessario, un rubinetto.

La stufa è fissata al muro tramite viti e tasselli in plastica. Un annaffiatoio viene rimosso da un tubo da una normale doccia domestica, il tubo stesso è collegato all'ingresso del riscaldatore e un annaffiatoio completo è collegato all'uscita dello scaldabagno. Pertanto, l'acqua fredda del miscelatore viene fornita allo scaldacqua di accumulo, si riscalda durante il passaggio e quindi viene scaricata dall'annaffiatoio del riscaldatore stesso. E la tua doccia calda è pronta.

Il collegamento permanente è progettato per utilizzare un bollitore come principale fonte di acqua calda e prevede un collegamento del collegamento alla rete idrica dell'appartamento.

Lo schema rimane lo stesso, ma la fornitura di acqua fredda e l'uscita di acqua calda vengono rese stazionarie, utilizzando un raccordo a T per scaricare l'acqua dal sistema di approvvigionamento idrico al riscaldatore, una valvola di intercettazione all'ingresso del dispositivo e tubi di plastica. Dopodiché, l'acqua calda scorrerà come nel caso dell'alimentazione centralizzata dell'acqua, attraverso un miscelatore.

Indipendentemente dal tipo di installazione, collegare l'elettrodomestico solo dopo aver verificato che non vi siano perdite in ogni punto di connessione.

Come utilizzare correttamente uno scaldacqua ad accumulo

La prima e principale regola per l'utilizzo di uno scaldabagno è: puoi accendere il riscaldatore solo dopo che il bulbo interno con la serpentina di riscaldamento è completamente riempito d'acqua. Se la bobina installata all'interno non è completamente coperta d'acqua, si brucerà molto rapidamente e il riscaldatore non funzionerà. L'algoritmo stesso (indipendentemente dal tipo di connessione) ha questo aspetto:

  • aprire il miscelatore;
  • commutare la valvola dell'acqua fredda sulla fornitura d'acqua attraverso il riscaldatore;
  • attendere che l'acqua fredda fuoriesca dal soffione del riscaldatore;
  • accendere il riscaldatore;
  • dopo 30-40 secondi, l'acqua calda inizierà a fluire dall'annaffiatoio.

Il processo di spegnimento del riscaldatore sembra simile: prima spegnere il dispositivo, attendere che l'acqua fredda fuoriesca dall'annaffiatoio, quindi spegnere l'acqua.

Installazione scaldabagno fai da te

A differenza del flow-through, il concetto di bollitore ad accumulo non prevede un sistema di installazione temporaneo. Puoi allungare un tubo normale con un annaffiatoio all'estremità dall'uscita dell'acqua calda, ma l'uso di un tale schema sarà estremamente scomodo.

Considera l'idea di collegare uno scaldabagno

Scegliere una posizione e controllare il muro. A differenza di uno scaldacqua istantaneo abbastanza leggero, uno scaldacqua ad accumulo, oltre al proprio peso, ha anche il peso dell'acqua che contiene. Pertanto, la posizione della caldaia deve essere scelta tenendo conto non solo del comodo collegamento del sistema di approvvigionamento idrico (tubi di ingresso / uscita e sistema di scarico dell'acqua), ma anche sulla parete più resistente. Gli scaldacqua fino a 200 litri sono generalmente montati a parete, sopra - solo a pavimento. Si consiglia di installare una caldaia con un volume superiore a 50 litri solo su una parete portante.

Strumenti e materiali di cui abbiamo bisogno durante l'installazione:

  • roulette;
  • matita;
  • trapano a percussione per calcestruzzo o trapano a percussione per mattoni;
  • forare le piastrelle (se le pareti sono rivestite con piastrelle di ceramica);
  • trapano per calcestruzzo o trapano per mattoni;
  • livello;
  • valvola di sicurezza e tubo di scarico dell'acqua;
  • Nastro FUM per sigillare giunti;
  • Viti a forma di L (più facili - ganci) e tasselli per loro.
Il processo di installazione stesso, in presenza di cablaggi idraulici preparati con i rubinetti e i raccordi necessari già installati, è abbastanza semplice:

  • arretrare dal soffitto di circa 15 cm e utilizzare una livella per tracciare i segni per i fori. La rientranza è necessaria per poter comodamente sollevare e appendere o rimuovere la caldaia dalle viti ad L;
  • utilizzando un trapano per piastrelle, forare la piastrella di ceramica al suo spessore e utilizzando un trapano per mattoni o un trapano per calcestruzzo, approfondire il foro fino a quando non corrisponde alla lunghezza dei ganci;
  • martellare i tasselli di plastica nei fori e serrare le viti, lasciando uno spazio per la piastra di montaggio della caldaia;
  • installare la caldaia sui supporti;
  • una valvola di sicurezza deve essere installata all'ingresso dell'acqua fredda, che ha il compito di scaricare la pressione in eccesso; Un tubo di scarico speciale deve essere posizionato nel tubo della fognatura;
  • collegare il tubo / tubo di alimentazione dell'acqua fredda (attraverso la valvola di sicurezza) all'ingresso (contrassegnato in blu) e il tubo / tubo di uscita dell'acqua calda all'uscita (contrassegnato in rosso).

La valvola di sicurezza deve essere installata senza errori, perché durante il riscaldamento dell'acqua, la pressione consentita può essere superata, il che danneggerà o romperà il serbatoio. E la valvola di sicurezza, se superata, rilascerà semplicemente la pressione in eccesso e garantirà il normale funzionamento del dispositivo. Ti consentirà anche di scaricare l'acqua dal serbatoio, se devi riparare lo scaldabagno.

Non si parlerà dell'installazione di uno scaldabagno a gas nell'ambito di questo articolo, poiché data la maggiore pericolosità del dispositivo, dovrebbe essere installato esclusivamente da professionisti e solo in accordo con il servizio gas.

Ci auguriamo che il nostro articolo ti abbia aiutato a fare la scelta giusta di uno scaldabagno, a comprendere i pro ei contro di ogni tipo di dispositivo e a valutare la complessità della loro installazione. Ti invitiamo al catalogo del negozio online Fotos per scegliere il nome del dispositivo che meglio soddisfa le tue esigenze:

  • scaldacqua a gas;
  • scaldacqua ad accumulo (caldaie);
  • scaldacqua scorrevoli.

Non hai tempo per scherzare da solo? Ordina l'installazione di una caldaia da professionisti.