COME CONTROLLARE IL MIELE - come determinare la qualità del miele, se è naturale o meno a casa

Controllo con iodio .

Per rilevare le impurità nel miele, è necessario condurre un semplice esperimento. Diluire un po 'di miele con acqua e aggiungere una goccia di iodio lì. Se il liquido diventa blu, allora contiene amido o farina.

Controllo con essenza di aceto .

Per fare questo, devi anche preparare una soluzione di miele con acqua calda.

Il tipo di miele determina la pianta, il cui nettare è superiore al 25% nella raccolta delle api. Ce ne sono circa 70 specie, dal fiore alla zucca. Ce ne sono solo quattro in massa:

  • tiglio - colore dal bianco all'ambra, a volte con una sfumatura verdastra o giallastra;
  • prato - sempre chiaro: dal giallo al marrone chiaro;
  • fresco di acacia - trasparente, giallo paglierino, candito - giallo brillante;
  • grano saraceno - marrone scuro, con una sfumatura rossastra.

Non fatevi ingannare dalle assicurazioni dell'eccezionale purezza di tiglio, acacia e altre varietà. Le api raccolgono il nettare da tutte le piante di miele vicine indiscriminatamente, quindi qualsiasi miele è un mix. Ma questo non significa che ti venga offerto un prodotto di scarsa qualità. Molto probabilmente, vogliono solo aumentare il prezzo.

Il miele di diverse razze di api differisce per gusto e colore, anche se il nettare è stato raccolto dalla stessa pianta di miele.

Come distinguere il miele maturo da quello acerbo

Nel nettare raccolto, le api scompongono gli zuccheri complessi in zuccheri semplici, lo saturano di enzimi ed evaporano parte dell'umidità da esso. Quindi lo sigillano in favi dove la delicatezza del miele matura e perde ancora più acqua. Per fare questo, deve essere tenuto sigillato per almeno un mese.

Per vendere più prodotti, apicoltori senza scrupoli pompano il miele dagli alveari prima della maturazione. Un tale prodotto è meno aromatico e gustoso, non ha proprietà medicinali. C'è troppa umidità in esso, quindi durante lo stoccaggio si separa in uno spesso strato inferiore e uno strato liquido superiore. Il miele acerbo diventa acido rapidamente - con un caratteristico odore di fermentazione e bolle di gas.

Per verificarne la maturità immergere per qualche minuto un pezzo di pane nella leccornia:

  • il miele di alta qualità assorbe l'umidità e il pane si indurisce;
  • il pane acerbo si ammorbidirà.

Un modo più semplice che torna utile sul mercato: gocciola un dolcetto sulla carta. Se la carta attorno alla goccia si bagna, c'è troppa acqua nel prodotto.

Come riconoscere il miele naturale dalla sua densità e viscosità

Immergere un cucchiaio nel cibo e ruotarlo di peso. Il miele naturale, leggermente sospeso e allungato, sarà avvolto attorno a un cucchiaio. Se non viene ruotato, il getto viscoso defluirà nel barattolo, formando una torretta sulla superficie.

Il miele acerbo o miele diluito con sciroppo di zucchero scorre abbondantemente dal cucchiaio in rivoli o gocciolamenti intermittenti. La sua superficie si livellerà rapidamente dopo la caduta di una goccia.

Il vero miele ha una consistenza delicata. È facile da strofinare con le dita e si assorbe rapidamente dalla pelle, senza lasciare cristalli o grumi. Un'eccezione può essere rappresentata da piccoli granuli di cera. Il miele contraffatto ha una consistenza ruvida. Quando vengono strofinati, rimangono dei grumi sulle dita o si rotolano in palline.

Come riconoscere il miele di qualità in base al peso e al volume

1 litro dovrebbe pesare 1,3-1,5 kg. Se inferiore, allora c'è un eccesso di acqua in esso.

Come distinguere il vero miele dal miele lavorato

La maggior parte delle varietà cristallizza (si addensa) alcuni mesi dopo essere stata pompata fuori dal favo. Fanno eccezione l'acacia e il tiglio con un contenuto molto elevato di nettare "genitore". Il prato e il grano saraceno, liquidi in inverno, sono un prodotto surriscaldato che non solo ha perso le sue proprietà curative, ma è anche diventato pericoloso. Ha un maggior contenuto di ossimetilfurfurale, un prodotto intermedio nelle reazioni di decomposizione dei carboidrati semplici che compongono il miele. Questa tossina in dosi elevate provoca crampi e paralisi muscolare e in piccole dosi inibisce il sistema nervoso.

Solo gli specialisti nei laboratori di contraffazione del miele sono in grado di determinarne con precisione la qualità. Esaminano il prodotto in più di 20 parametri. Tra le altre cose, i residui di droghe vengono rilevati se l'apicoltore li lavora o li dà da mangiare alle api malate.

Come distinguere il miele naturale - è reale o no

  1. Sciogliere un cucchiaio di miele in un bicchiere di acqua tiepida. Fai cadere qualche goccia di iodio. Se l'acqua diventa blu, l'amido viene aggiunto al miele.
  2. Riscaldare il filo e immergerlo nel miele. Se c'è una massa appiccicosa, è un falso. Rimane puro - un prodotto naturale.
  3. Metti una goccia di miele sulla carta e accendila. La carta attorno alla goccia brucerà, ma un prodotto di alta qualità non brucerà: non si scioglierà e non cambierà colore. Se le api fossero nutrite con sciroppo di zucchero, il miele diventerà marrone.

Ti consigliamo di acquistare il miele da apicoltori familiari o alle fiere annuali del miele che si tengono a fine estate e all'inizio dell'autunno. Chiedere ai venditori un certificato di qualità e un passaporto apiario per assicurarsi che il prodotto sia naturale. E non trascurare la competenza in laboratori specializzati.

Un articolo interessante: “Un orto sul davanzale della finestra. Come coltivare 5 tipi delle tue verdure preferite "

Guarda il video su come determinare la qualità del miele