Recensione Canon PowerShot G9

Ora daremo uno sguardo alla più costosa fotocamera Canon Powershot G9, che completa la gamma compatta digitale PowerShot. Verso l'Europa. La Audio and Video Association (EI-SA) ha nominato il modello precedente di questa linea Canon G7 come la migliore fotocamera compatta del 2008.

Set di consegna:

• fotocamera KenonPowershot G9;

• Batteria agli ioni di litio NB-2-LH (730 Mah);

• ricarica;

• Scheda da 32 MB di standard MMCHigh-Speed;

• cinturino da polso;

• Cavo AV, cavo USB per il collegamento a un computer di casa;

• manuali utente, dischi con manuali;

• dischi con software.

Aspetto

La prima volta che la guardi e la prendi in mano, la fotocamera è molto piacevole. Diventa subito chiaro il motivo per cui appartiene al segmento di prezzo più costoso. La fotocamera ha un ottimo assemblaggio, non ci sono nemmeno piccoli contraccolpi. L'aspetto della fotocamera è specifico, ricorda il "retro": uno chassis nero con ruvide "goccioline" sulle superfici e inserti in metallo cromato. Kenon Powershot G9 è realizzato in una lega metallica e solo la parte superiore è in plastica ordinaria. Una striscia di gomma è chiaramente visibile sulla parte anteriore della fotocamera, che è completamente adatta per tenere la fotocamera con una mano. In particolare, quando completamente assemblato con una batteria e una scheda di memoria, il Powershot G9 pesa circa 370 g, che può essere pesante per alcuni utenti (non puoi assolutamente mettere una fotocamera del genere in tasca).

Di seguito sono riportati gli scomparti per la batteria e la scheda di memoria fotografica. La batteria ricaricabile è la stessa di EOS 400d (completamente carica da zero a piena in 120 minuti). La capacità della batteria è sufficiente per 260 scatti, il che è un risultato abbastanza buono. C'è anche un supporto in metallo per un treppiede. A differenza della Canon Powershot 720 IS, si trova al centro e anche su un piccolo treppiede la fotocamera è sicura. Non è realistico sostituire la batteria o la scheda di memoria senza rimuovere la fotocamera da un treppiede.

Sono rimasto soddisfatto dell'enorme schermo da 3 pollici con rivestimento antiriflesso e angoli di visione eccellenti. È di media sporcizia, ma quando è acceso e anche a metà luminosità, le impronte non sono visibili. Quando si acquista una fotocamera, è necessario prestare particolare attenzione al display, poiché nel nostro caso aveva 2 pixel rotti e 1 pixel "caldo". Naturalmente, non interferiscono, ma agli esteti potrebbe non piacere. Come la massa delle fotocamere compatte Kenon, il Powershot G9 ha un mirino ottico.

In questa situazione, c'è la possibilità di correzione diottrica (da -2 a +2) utilizzando le ruote poste a sinistra del mirino. Quando l'obiettivo fotografico è in posizione grandangolare, il mirino ottico cattura parte dell'obiettivo fotografico fino a un ingrandimento 2x. Dopo l'obiettivo fotografico 2x, il mirino non è più visibile. Il pulsante di scatto è piccolo, situato all'interno dell'anello dello zoom. Accanto c'è un pulsante di accensione incassato e un tamburo metallico per la selezione delle modalità, 2 delle quali sono completamente configurabili dall'utente.

In alto a sinistra c'è una soluzione unica: un tamburo metallico per cambiare la sensibilità ISO. In pratica, questo si è rivelato molto conveniente. Buone opportunità per lavorare con un flash: sincronizzazione automatica sulla tendina anteriore e posteriore, sincronizzazione automatica lenta, compensazione AE e regolazione della potenza: tutto questo è diventato comune per le fotocamere SLR, ma non per quelle compatte.

Una caratteristica importante: Powershot G9 ha una slitta a contatto caldo che può essere dotata di qualsiasi unità flash supportata da Kenon e da produttori indipendenti.

L'obiettivo esteso in posizione grandangolare è lungo 4 cm, in posizione zoom lungo è leggermente superiore a - 5 cm L'obiettivo si apre con un caratteristico fruscio sabbioso. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che è nuovo, ma dopo una settimana non ha graffi sulle parti telescopiche. l'operazione non è stata trovata da me.

La lente fotografica è incorniciata da anelli metallici decorativi verniciati in nero, che fungono anche da "spine" per l'installazione di ottiche aggiuntive (convertitori tele o grandangolari).

Sul retro della fotocamera ci sono i tasti di controllo e il familiare joystick a quattro direzioni con il pulsante FUNC / SET al centro. Ci vorrà del tempo per abituarsi. è molto piccolo (le persone con dita enormi si sentiranno a proprio agio premendo solo con le unghie). I joystick inquadrano una rotella di scorrimento. In realtà è abbastanza comodo: navigazione nei menu, messa a fuoco manuale, impostazione dei valori di apertura della foto e velocità dell'otturatore: tutto questo avviene un ordine di grandezza più veloce che senza la rotella.

È possibile assegnare una delle funzioni al pulsante di trasferimento dati: misurazione dell'esposizione, funzioni di stabilizzazione, bilanciamento del bianco personalizzato, blocco della messa a fuoco, filtro fotografico ND (densità neutra). Quest'ultimo riduce di un paio di volte il flusso luminoso che cade sulla matrice. In alcune situazioni, questo è uno strumento molto utile, che consente, ad esempio, di scattare ritratti a tutta apertura in pieno sole.

Menù

Il display principale mostra solo le impostazioni del punto AF, AE, velocità dell'otturatore o compensazione dell'apertura. Un momento molto bello: la possibilità di personalizzare le modalità di visualizzazione delle informazioni sullo schermo, la selezione aggiuntiva di linee della griglia e persino la visualizzazione di un istogramma.

Premendo a metà il pulsante di rilascio dell'otturatore, Powershot G9 calcolerà l'esposizione, visualizzerà l'area di messa a fuoco, la velocità dell'otturatore e i valori di apertura della foto, il numero ISO e un'icona di vibrazione della fotocamera, avvertendo che le foto potrebbero risultare sfocate. Se nella modalità "P" si tengono premuti i pulsanti di blocco dell'esposizione automatica (in modalità riproduzione è responsabile dell'accensione del registratore per la registrazione) e si preme a metà il pulsante di scatto, si apriranno le bande per la selezione delle combinazioni di esposizione e selezione del diaframma. Nelle funzioni di priorità diaframmi (modalità AV) o tempi di posa (modalità TV) scorrendo senza complicazioni e ad alte velocità è possibile impostare determinati valori.

Menu C / W, richiamato dal pulsante FUNC / SET, è possibile impostare i valori di bilanciamento del bianco (6 impostazioni automatiche e 2 utente), regolare i colori (cinque livelli di chiarezza, contrasto, luminosità, verdastro, cremisi, blu e tonalità della pelle). È possibile applicare uno degli effetti anche dopo aver scattato una foto, durante la visualizzazione. Inoltre, puoi scegliere tra la dimensione del file finale, la potenza del flash e la sua compensazione della potenza, il tipo di misurazione dell'esposizione automatica.

Un'altra caratteristica interessante è il bracketing, quando la fotocamera scatta 3 foto con messa a fuoco in primo piano, sullo sfondo e al centro. È interessante notare che la scelta di qualsiasi voce dal menu non richiede un'ulteriore pressione del tasto SET, il che aumenta notevolmente il lavoro e consente di non perdere una cornice fotografica rara.

Powershot G9 supporta i formati di registrazione dei dati fotografici RAW (CR-2). In questo formato, i segnali dalla matrice vengono registrati senza alcuna elaborazione aggiuntiva, il che rende possibile utilizzare i più vari pacchetti software per l'elaborazione delle foto dopo aver scattato una foto. La registrazione RAW è ideale per le situazioni in cui la distorsione della foto (causata dalla compressione JPEG) non è desiderabile o quando c'è solo 1 possibilità di catturare uno scatto prezioso. L'editor ha la possibilità di impostare la corretta esposizione e il corretto bilanciamento del bianco, "tirare" i dettagli dalle ombre, impostare il grado di chiarezza del file finale in JPEG. La dimensione media del file RAW per 12 megapixel del Kenon Powershot G9 è di 12,6 megapixel.

La fotocamera può essere accesa in 2 modi: tramite il pulsante On / Off con la successiva estensione dell'obiettivo fotografico e la disponibilità istantanea per scattare foto, oppure tramite il pulsante di visualizzazione, senza estendere l'obiettivo fotografico. È necessario premere a metà il pulsante di scatto e il Kenon Powershot G9 entrerà in modalità fotografia.

Le modalità di visualizzazione sono funzionali e offrono ampie opportunità per la catalogazione e l'ordinamento in diverse categorie e per mostrare una presentazione con diversi effetti di transizione. C'è anche la possibilità di impostare il fuso orario, rimuovere l'effetto degli occhi scarlatti, ridimensionare le immagini senza connettersi a un PC, personalizzare suoni e sfondi. C'è la possibilità di salvare le impostazioni nel menu in 2 versioni. Ciò è utile quando due persone usano la fotocamera.

Quindi, mentre la foto viene scattata, il display mostra un'anteprima dell'intero fotogramma con una porzione ingrandita (selezionata dall'area di messa a fuoco). Ciò consente di valutarne istantaneamente la chiarezza senza lunghe ricerche nel menu della fotocamera e ingrandendo al massimo le immagini.

Fatta eccezione per l'acquisizione di video in risoluzione 1024 x 768, la fotocamera dispone di funzionalità video Time-Lapse che possono essere utili per acquisire processi che cambiano lentamente, come i cambiamenti giorno / notte o la fioritura dei fiori. Non è possibile utilizzare lo zoom durante le riprese video, ma nessuno si preoccupa di regolare l'obiettivo fotografico all'ingrandimento richiesto prima di avviare la registrazione video.

Кенон Пауершот Г9 определяет до 36 лиц людей в одном кадре, фокусируется на них и корректно изменяет автоэкспозицию. Макро традиционно для Кенон великолепное. Увидеть пиксели LCD-дисплея не составляет особых усилий. Иногда есть возможность отловить хроматическую аберрацию в наиболее внезапных местах. У интегрированной фотовспышки 3 степени по ее мощности.

Gli stabilizzatori ottici dell'immagine con gruppi di lenti mobili utilizzati nei modelli Canon Powershot G9 rilevano e compensano le vibrazioni della fotocamera che possono causare foto sfocate. I sensori giroscopici rilevano i movimenti della fotocamera causati dallo scuotere la mano di una persona. I segnali da questi vengono elaborati dal Photo Stabilizer Controller, che distingue il tremolio della mano dal movimento intenzionale della fotocamera. Vengono elaborati fino a 3000 di questi segnali contemporaneamente. I dati elaborati vengono inviati allo stabilizzatore, che sposta di conseguenza gli elementi dell'obiettivo per correggere i percorsi della luce. Così compensa la sfocatura indesiderata causata dal tremolio della mano.

Ad alti ISO, la fotocamera è, ovviamente, piuttosto rumorosa. Pertanto, fotografare oltre 400 ISO influirà inevitabilmente sulla qualità delle foto in uscita. È visibile anche il lavoro di interpolazione e filtri di riduzione del rumore: le fotografie perdono chiarezza e dettaglio, danno l'impressione di essere scritte con la pittura normale.

Con una buona luce solare, la fotocamera Kenon Powershot G9 fornisce gli indicatori corrispondenti della qualità delle fotografie, i colori scuri sono profondi, ma anche il rumore è visibile, specialmente nelle transizioni di colore marrone e viola.

In condizioni di scarsa illuminazione ambientale, l'autofocus spesso manca e anche un'illuminazione di messa a fuoco verdastra non salva la giornata. Il bilanciamento del bianco è determinato in modo accurato, tuttavia, con piccoli ritardi (da 1 a 2 secondi), si tende a dare alla neve una tinta giallastra.

Parametri di ingegneria:

• Fotosensore CCD da 1 / 1,7 "(7,5 x 5,5 mm), 12 megapixel;

• Processore DIGIC di 3a serie;

• Obiettivo zoom 6x Obiettivo Canon 7,4-44,4 mm (equivalente a 35-210 mm in 35 mm), apertura 2,8-4,8;

• Zoom digitale 4x;

• risoluzione foto: 4000 per 3000, 3264 per 2448, 2592 per 1944, 1600 per 1200, 640 per 480;

• video con audio: 1024 per 768 pixel a 15 fotogrammi al secondo, 640 per 480 pixel per 240 o 160 per 120, 30 o 15 fotogrammi al secondo;

• stabilizzazione ottica (elementi fluttuanti nella costruzione di un obiettivo fotografico);

• Messa a fuoco AI TTL a 9 punti (selezione manuale del punto AF, messa a fuoco manuale da 1 di 376 punti FLEXI-ZONE, rilevamento del volto);

• schermo P-Si TFT-LCD PURECOLOR II con diagonale di 3 pollici, 430.000 punti;

• distanza di messa a fuoco: da 1 cm (modalità macro) a infinito;

• misurazione dell'esposizione: spot, ponderata centrale, valutativa;

• correzione automatica dell'esposizione: da -2 a +2 EV, in step di 1/3 EV;

• Sensibilità ISO: 80, 100, 200, 400, 800, 1600 e 3200 (solo con risoluzione 1600 x 1200), modalità AUTO e HI (High ISO Auto);

• otturatore centrale elettronico-meccanico;

• range di esposizione: da 1/2500 a 15 s;

• mirino ottico con zoom;

• flash incorporato: automatico, accensione / spegnimento forzato, sincronizzazione automatica lenta, sincronizzazione automatica sulla seconda o prima tendina, correzione occhi rossi;

• portata del flash: fino a 4 m (con grandangolo) / e fino a 2,5 m (all'estremità lunga dello zoom);

• bilanciamento del bianco: modalità automatica, 8 preset, 2 modalità utente;

• funzioni fotografia: automatica, programma, priorità otturatore, priorità diaframmi, manuale, 2 funzioni personalizzate, registrazione video;

• fotografia del soggetto: ritratto, vista generale, fotografia notturna, animali e bambini, notte, fogliame, spiaggia, neve, sostituzione / accentuazione di fiori, acquario, fuochi d'artificio, acquario, sott'acqua, ISO 3200, rosa caldo, verdastro brillante, panorama ,una festa,;

• metodi di fotografia: fotogramma singolo, sequenziale, sequenziale con messa a fuoco costante, autoscatto;

• YUSB 2. per il collegamento a PC, uscite audio e video (NTSC e PAL), connettore di alimentazione DC IN;

• supporto per schede di memoria foto: standard MMC, SD, SDHC, HC MMC plus, MMC plus;

• formati di file fotografici: JPEG (Exif 2.2, 2 livelli di compressione), clip AVI (MotionJPEG) con audio (WAV 88 K / s, 11000 KHz), CR-2 (Canon RAW);

• 25 lingue nel menu della camera (ci sono ucraino e russo);

• alimentato da batteria agli ioni di litio NB-2LH;

• chassis in metallo;

• dimensioni 106 x 72 x 43 mm, 370 g.

Professionisti:

• ottima qualità costruttiva;

• supporto per formati RAW;

• funzionalità a livello di una fotocamera SLR;

• comodità nella gestione;

• comoda visualizzazione delle fotografie;

• ottimo istogramma;

• schermo di alta qualità;

• eccellente qualità fotografica.

Svantaggi:

• grandi dimensioni e peso per una fotocamera compatta;

• costo elevato al momento dell'annuncio.

Conclusione

Questa è la fotocamera che devi tenere tra le mani per capire cos'è, per sentirne l'essenza. Comodità e funzionalità nella gestione e ordinamento delle immagini, la possibilità di personalizzare il dispositivo per te stesso - oltre ogni aspettativa. Dopo aver lavorato per un po 'con Canon Powershot G9, ti sentirai sicuramente soffocato quando usi altre fotocamere.

Solo il prezzo elevato della fotocamera peggiora l'impressione generale della recensione. Se la funzionalità in qualche modo corrisponde ad essa, la qualità delle foto (che, ovviamente, è molto migliore di quella di altre fotocamere della serie KenonPowershot) non raggiunge un tale costo.

F.ua.com.ua offre sempre un'ampia selezione di fotocamere Kenon !!!